Onestamente, che nel 2020 ci si possa spostare ancora su delle carrozze trainate da cavalli risulta abbastanza anacronistico. Conosciamo questa realtà da vicino, poiché anche in Italia questa usanza, nonostante lo sviluppo delle tecnologie e dei mezzi di trasporto, non è mai morta.

Qualcuno contesterebbe questo concetto sostenendo che osservare il Colosseo seduti comodamente su una carrozza è un’esperienza senza precedenti. Ne siamo certi, ma vi invitiamo a pensare se foste voi a trainare un peso enorme per far visitare la città a dei cavalli. Certamente storcereste la bocca, come è logico che sia. Proprio in questo momento storico, nel post-pandemia, bisognerebbe favorire l’utilizzo di mezzigreen“. Tra questi non sono compresi le classiche automobili, , tantomeno, le carrozze.

Svolta importante

Questa strana tradizione purtroppo non ha luogo esclusivamente nel nostro paese, anzi. Naturalmente le associazioni animaliste locali combattono da anni battaglie per la sospensione di tale pratica.

--pubblicità--

Se non fosse per il difetto concettuale, esistono moltissimi report che testimoniano le difficoltà di salute che porta sistematicamente la vitacittadinadel cavallo. Cronicamente infatti questi presentano difficoltà respiratorie e zoppie, dovute ai terreni inadatti al galoppo e soprattutto al sovraccarico di peso.

Strano ma vero: nella città di Chicago, Stati Uniti, dal primo gennaio 2021 non saranno più consentite le carrozze trainate dai cavalli. Lo ha deciso qualche settimana fa il consiglio comunale della stessa città, dopo molti anni di proteste da parte delle associazioni animaliste. La speranza è che questa pratica possa essere definitivamente proibita su scala mondiale. Cavalli in campagna, macchine nei garage e biciclette per strada: per un mondo migliore.