La pandemia del nuovo Coronavirus ha raggiunto praticamente ogni angolo del nostro pianeta. I numeri dei contagi sono davvero preoccupanti e purtroppo anche i decessi continuano a salire con una cadenza spaventosa. L’unico continente ad essere privo di contagi, come vi abbiamo raccontato qualche giorno fa, è l’Antartide.

Inevitabilmente grazie alla globalizzazione e alle tecnologie all’avanguardia, le persone circolano su tutto il pianeta ad una velocità spaventosa, ed in poche ore è possibile compiere viaggi transoceanici. Questa, che mediamente sarebbe definibile come una cosa “bella” della modernità, nel caso del contagio del Covid-19 è risultata essere una condanna. Come detto in tutto il mondo troviamo moltissimi contagiati e soprattutto, ad oggi, più di 170 mila morti.

Alcune località sono salve

In Europa ad esempio, gli stati che sono riusciti a non avere nemmeno un decesso a causa di questo nuovo virus sono 3. Ci riferiamo alle isole Fær Øer, alla Città del Vaticano e a Gibilterra. Chiaramente il fatto che si tratti di tre paesi con una popolazione molto bassa, ha aiutato nel contenimento della pandemia.

--pubblicità--

Nel caso specifico dell’arcipelago delle isole che si trovano tra Scozia ed Islanda che contano poco più di 48 mila abitanti, il merito delle zero vittime va attribuito a dei soggetti molto singolari: i salmoni. Non si tratta di uno scherzo ma della pura e semplice verità. Questi sono tra i pesci caratteristici che possiamo trovare alle Fær Øer. La comunità ha da sempre sviluppato tecnologie all’avanguardia per individuare possibili infezioni da virus nei salmoni.

Queste tecniche e soprattutto i relativi laboratori, nel momento della necessità, sono state adattate all’analisi umana e hanno reso possibile questa impresa. Ad oggi i contagi totali sono 185, di cui 178 soggetti sono già guariti e 7 sono in attesa del tampone negativo. Le vittime, momentaneamente, rimangono zero.