L’albatro è un uccello marino e fa parte della famiglia dei Diomedeidi. Le sue dimensioni sono importanti: è lungo fino a un metro e venti centimetri e può pesare fino a dodici chili. La sua apertura alare in alcuni casi può arrivare fino a tre metri e quaranta centimetri, raggiungendo in media i due metri di ampiezza.

Quando lo si vede in volo con tutta la sua eleganza ed imponenza è un vero spettacolo. Il colore bianco delle sue piume è utilissimo per riuscire a distinguerlo ed identificarlo rispetto alle altre specie. Testa e becco sono grandissimi, con quest’ultimo che ha un colorito giallo vivo e la classica forma ad uncino per agevolare l’attività di pesca.

La sua particolarità

Facendo una media della durata della vita degli albatri è possibile affermare che vivono circa 35 anni. In passato questo uccello popolava soprattutto l’Atlantico settentrionale, ma da qualche tempo ha espanso i suoi orizzonti. Oggi infatti possiamo avvistarlo nel nord del Pacifico e negli oceani meridionali.

--pubblicità--

Una delle caratteristiche peculiari degli albatri è sicuramente la loro capacità di rimanere in volo per moltissimo tempo. Non esageriamo affermando che in questa situazione passano la maggior parte della loro vita. Di fatto tornano a terra quasi esclusivamente per motivazioni inerenti l’accoppiamento.

Anche per quanto riguarda la caccia, questi sono capaci di volare per chilometri sopra il pelo dell’acqua grazie ad una particolare tecnica che è tuttora oggetto di studio. Sono infatti dei talenti nello sfruttare le correnti del vento, utilizzando la forza di inerzia per non faticare troppo. Davvero una creatura affascinante!