Da buoni italiani, siamo abituati ad usare esclusivamente dell’olio di ottima qualità all’interno delle nostre cucine. Il nostro popolo in qualche maniera è considerabile cultore di questo prodotto, visto l’altissimo numero di oliveti presenti nel nostro territorio.

Il clima mite e le temperature mediterranee infatti favoriscono la crescita di queste piante importantissime per la nostra dieta. Finalmente a livello legislativo pochi mesi fa è stata approvata la richiesta che moltissimi produttori facevano. Parliamo del turismo relativo all’olio, equiparato di fatto a quello che riguarda il vino.

Non avevamo bisogno di notizie ulteriori riguardo l’olio nostrano, ma qualche giorno fa c’è stata una scoperta sensazionale. Vediamo di cosa si tratta.

--pubblicità--

Effetti benefici

Come detto, sarebbe stato comunque al centro della nostra dieta. Condire le pietanze con dell’olio extra vergine d’oliva è un must nella maggior parte delle nostre case. Un team di ricercatori italiani guidati da Felice Tirone, ha scoperto che all’interno di questo è possibile trovare delle sostanze che fanno bene al nostro organismo.

Per la precisione, l’idrossitirosolo, grazie alle sue proprietà anti ossidanti, è in grado di ringiovanire i nostri neuroni. Lo studio, pubblicato sulla rivista di settore Faseb Journal afferma dunque che, oltre alla bontà della materia prima, esiste un effettivo beneficio per chi fa utilizzo costante di olio EVO.

Di fatto dunque è consigliabile continuare ad utilizzarlo nella nostra dieta, senza però esagerare. Gli esperti nel frattempo suggeriscono alle persone anziane di condire i propri alimenti con questo prodotto. Ne gioveranno ancora di più del resto della popolazione.