Vi teniamo in costante aggiornamento rispetto allo scioglimento dei ghiacci che si sta verificando in Antartide. Purtroppo questa non è una novità, poiché negli ultimi anni le notizie riguardanti questo fenomeno sono sempre di più.

I cambiamenti climatici ed il surriscaldamento globale stanno inficiando in maniera drastica sulle condizioni dei ghiacci presenti nel continente “più a sud del mondo”. Le temperature sempre più alte che si stanno raggiungendo durante la stagione estiva dell’emisfero australe stanno rovinando un patrimonio preziosissimo, rischiando di scaturire pesanti conseguenze per tutto il pianeta.

Come detto, durante questo periodo abbiamo raggiunto addirittura i 20°, caso assolutamente record per un certo tipo di latitudini.

--pubblicità--

Nel disastro, una bella notizia

Non esiste buona notizia che possa tenere il confronto con una tragedia di questa portata. La riserva glaciale in Antartide sta vivendo probabilmente il periodo più buio di sempre. Recentemente però, è stata fatta una scoperta sensazionale. Questa è avvenuta proprio per “merito” delle alte temperature e dello scioglimento dei ghiacci.

Sembra infatti che le cartine geografiche debbano aggiungere un puntino minuscolo in più nel loro prossimo aggiornamento. L’isola che è stata chiamata “Sif” è stata scoperta dai ricercatori della Thwaites Glacier Offshore Research.

La sua superficie è lunga poco più di 350 metri, ma secondo le cartine quello avrebbe dovuto essere esclusivamente un blocco di ghiaccio.

“Dopo essere stati i primi visitatori, ora possiamo confermare che l’isola di Sif è fatta di granito e che è coperta dal quel che resta della piattaforma di ghiaccio”

Con queste parole la ricercatrice geologa Julia Smith ha annunciato sui suoi social questa particolarissima e sensazionale scoperta.