Qualche tempo fa vi abbiamo segnalato l’apertura della Scuola internazionale di consapevolezza e responsabilità del rischio ambientale a L’Aquila. Il capoluogo abruzzese ha sempre avuto a che fare in maniera importante con la natura, spesso purtroppo facendo riferimento a catastrofi naturali come il terremoto del 2009.

Si tratta di una città situata in un punto del nostro stivale molto particolare: l’appennino infatti è la seconda catena montuosa più importante dopo l’arco alpino.

Questa città si è sempre contraddistinta per attività volte al miglioramento dell’ambiente e non è un caso che molti meeting sull’argomento si siano svolti proprio li. Nel 2020 sono previsti nuovi investimenti relativi alla mobilità e alla viabilità.

--pubblicità--

Nuovi investimenti, stessa città

Come detto, il capoluogo abruzzese è sempre stato in prima linea per quanto riguarda le proposte eco friendly. L’obiettivo del meeting che si è svolto lo scorso dicembre aveva proprio questo intento: ridurre gli autoveicoli. Con questo progetto naturalmente è prevista una riduzione delle emissioni.

È fresca la notizia secondo cui il comune de L’Aquila ha stanziato finanziamenti per circa mezzo milione di euro per quanto riguarda il miglioramento dei servizi di viabilità.

Il progetto prevede la realizzazione di 10 nuove voci, tra cui ben otto relative al miglioramento dei servizi di mobilità. Primo fra tutti, il Biciplan. Sarebbe a dire le disposizioni per lo sviluppo della mobilità in bicicletta e la realizzazione della rete nazionale di percorribilità ciclistica. Un’altra idea che si realizzerà sarà quella del potenziamento della rete di ricarica per i veicoli elettrici.

Sicuramente, l’intervento più “originale” tra quelli previsti è la realizzazione del nuovo collegamento a fune tra la stazione ferroviaria e la rocalita di Roio.