Oggi scopriamo uno dei paradisi più belli e caratteristici dell’Africa, la Foresta Impenetrabile di Bwindi. Si tratta di un parco nazionale situato nella parte sud occidentale dell’Uganda. È situato a ridosso del confine con la Repubblica Democratica del Congo, in un’area molto isolata rispetto ai centri abitati.

Il parco ha una superficie di circa 330 chilometri quadrati, è accessibile esclusivamente a piedi ed ospita una moltitudine vastissima di flora e fauna caratteristiche del luogo. Dopo essere divenuto patrimonio dell’Unesco da qualche anno, è stata formalizzata la regola secondo cui è vietato entrare al suo interno se non in compagnia di una guida esperta.

Non è tutto rose e fiori

Nella foresta di Bwindi è possibile osservare la più grande colonia esistente al mondo di gorilla di montagna. Grazie ai suoi 340 esemplari infatti(circa la metà di quelli presenti in tutto il pianeta), questa sembra essere l’area preferita da questa specie. I turisti amano osservare i comportamenti di questi ominidi giganti, previa però un’autorizzazione specifica da parte delle autorità.

--pubblicità--

Come succede per moltissimi luoghi turistici in Africa, la popolazione stanziata in questa area ha dovuto subire le conseguenze dei riflettori puntati. I Batwa (questo il nome della popolo residente nella zona da alcune generazioni) hanno sospeso le attività di caccia, la raccolta di legna e tutte le attività proibite in un parco nazionale degno di questo nome.

Per quanto riguarda la flora presente, la foresta di Bwindi è l’habitat naturale di circa 1000 specie diverse di piante da fiore. Anche in questo senso, una ricchezza davvero notevole!