Continua l’appuntamento volto a suggerirvi qualche antipasto natalizio da far assaggiare a tutti gli invitati alla vostra tavola durante le feste. Come sempre, se per i primi e i secondi piatti c’è una tradizione da rispettare, quando parliamo di antipasti possiamo lasciarci andare con la fantasia.

In questo caso si tratta di una proposta valida soprattutto per la Vigilia di Natale, giorno in cui, secondo la tradizione italiana, si mangia magro. Le capesante gratinate sono sfiziose e saporite, adattissime per aprire in grande stile la vostra cena di pesce.

Inoltre si tratta di una preparazione semplicissima, non serve essere degli chef provetti.

--pubblicità--

La preparazione

Il primo procedimento da eseguire è pulire le capesante. Estraete il mollusco dalla conchiglia e lavatelo sotto l’acqua del rubinetto. Dovete eliminare la parte marroncina e mantenere quella bianca e quella arancione. Separatamente, preparate un tritato di prezzemolo ed unitelo con del pangrattato. A questo punto re inserite i molluschi nella conchiglia e riempite il tutto con il preparato appena citato. Prima di mettere le capesante in forno a cuocere, versate un goccio di vino su ognuna, salate e aggiungete una piccola dose di burro dentro ad ogni conchiglia.

Tenete d’occhio la cottura, il vostro antipasto sarà pronto quando noterete che il pangrattato sta cambiando colore. In ogni caso, una tempistica di riferimento può essere 15 minuti a 180°.

Leggere, ma saporite. Come sempre grazie alla gratinatura nei piatti di pesce, si riesce ad esaltare il sapore di “mare“. Merito soprattutto del prezzemolo, da sempre il condimento migliore per i piatti mediterranei.