La cura dell’ambiente è fatta anche dalle piccole cose. Pensate a tutte le volte che, finita la sigaretta, l’avete gettata a terra non curanti del suo smaltimento. Un solo filtro può impiegare dai 5 ai 12 anni per essere completamente degradato, essendo composto da sostanze chimiche.

Si tratta di una piccola accortezza che può cambiare moltissimo a livello di rispetto della natura. Vi basti pensare a quanti fumatori esistono in tutto il mondo. Se disgraziatamente ognuno di questi dovesse gettare in terra un mozzicone spento, ci sarebbero milioni di sigarette da raccogliere ogni giorno. Per non parlare del rischio di incendi, altra disgrazia provocata dalla noncuranza umana.

Delle soluzioni eco-friendly nelle capitali europee

Qualche anno fa sono apparsi dei raccoglitori di sigarette spente in giro per Londra. Il concetto è semplicissimo. In un mondo in cui ogni persona vuole dire la sua attraverso i social, quale miglior sistema di smaltimento delle cicche di contenitori sparsi per il centro della città in cui è possibile “votare” per una o per l’altra alternativa? Semplice, ecologico ed efficace. In questa maniera si facilita lo smaltimento e ci si può sbilanciare su domande ricorrenti come: “Messi o Ronaldo?” o anche “Ferrari o Mercedes?”, facendo due esempi sportivi.

--pubblicità--

Anche la città di Barcellona ha voluto dare un segnale forte rispetto allo smaltimento delle sigarette finite. Moltissimi privati hanno infatti incentivato la raccolta dei mozziconi sulla spiaggia della Barceloneta con un incentivo molto interessante. Portando un bicchiere pieno di cicche ad uno di questi “chiringuitos”, riceverete un bicchiere di birra fresca da gustare in spiaggia rilassandovi. Insomma, ci vuole pochissimo ad ingegnarsi per un mondo migliore.