Six-time world champion Mercedes driver Lewis Hamilton, of Britain, is congratulated by his teammates after the Formula One U.S. Grand Prix auto race at the Circuit of the Americas, Sunday, Nov. 3, 2019, in Austin, Texas. (AP Photo/Darron Cummings)

 

 

Ieri, Lewis Carl Davidson Hamilton, nato a Stevenage (UK), il 7 gennaio 1985, si è aggiudicato, per la sesta volta, il Campionato Mondiale di F1, appaiando nella classifica Manuel Fangio e portandosi ad una sola incollatura dal record di 7 vittorie che ancora appartiene a  Michael Schumacher.

--pubblicità--

Hamilton ha cominciato a vincere nel 2008, a 23 anni, con la McLaren e nel 2014, 2015, 2017, 2018 e 2019 ha trionfato con la Mercedes. Oramai il campione è alla soglia dei 35 anni, sinora considerata un’età al limite della pensione per un pilota di F1. Solo 10 tra i piloti che hanno gareggiato oltre quest’età ha vinto un titolo mondiale. L’ultimo è stato proprio Michael Schumacher nel lontano 2004. Tutti gli altri si sono limitati a gareggiare nelle retrovie, senza nutrire troppe ambizioni di vittoria.

Ma Hamilton appare, sia agli addetti ai lavori che al grande pubblico che segue le corse, in una forma psicofisica a dir poco smagliantetanto da far presupporre che la sua carriera proseguirà, senza dubbio, al vertice. Hamilton non fa mistero di voler battere e/o consolidare ogni tipo di record nella sua specialità senza farsi minimamente condizionare dall’età. Anche questa fame di vittoria non è tipica della sua età e dimostra quanto il suo fisico e la sua psiche siano integre anche dopo tante fatiche.

Probabilmente il suo segreto consiste nelle sane scelte alimentari che il Campione ha fatto in tutta la sua vita e, ancor più, dall’ultima fatta circa 2 anni or sono quando ha deciso di adottare la dieta vegana.

 

Di seguito, è riportata la  dieta giornaliera di Lewis Hamilton

 

La colazione preferita

 

Hamilton ha reso noto che mangia regolarmente il porridge per colazione. Il Porridge, è una voce di menu comune per molti piloti di Formula 1, ma ogni tanto Hamilton si concede qualcosa di più sostanzioso, come i fagioli sul pane tostato. Anche il pancake è tra i suoi piatti preferiti mentre, prima di diventare vegano, Hamilton ha anche apprezzato le uova con avocado su pane tostato, un pasto che potrebbe ancora gustare senza l’uovo poiché l’avocado è ricco di grassi sani.

 

Secondo il Dr. Rob Child, un biochimico della performance che ha lavorato in Formula 1 con la McLaren e la Ferrari, gli atleti vegani potrebbero avere livelli ridotti di testosterone a meno che non pianifichino attentamente le loro diete. “Infatti Lewis, probabilmente, sta assumendo un sacco di grasso sano per essere in grado di produrre testosterone“, ha detto. Andando ai prodotti vegetali, a volte ad Hamilton mancano certi cibi che era solito mangiare. “Non è per tutti”, ha detto recentemente. “Mi manca la Nutella, mi mancano i dolci ma ora so cosa c’è in quella roba, ed è disgustoso.”

Hamilton ama anche gli hamburger e gli è risultato difficile trovare una versione gustosa del suo cheat food quando è passato dalla carne, pesce e latticini ad una dieta puramente vegana. Ma sembra che alla fine ci sia riuscito. Parlando del suo tour mondiale durante la stagione di F1, ha dichiarato: “Ho trovato un hamburger vegano a Hong Kong e mi hanno mandato degli hamburger in Giappone, dove li ho mangiati tutti i giorni“.

 

Il pranzo vegano di Lewis Hamilton

Durante un’intervista del 2017 con Men’s Health, Hamilton ha parlato di un pranzo a base di petto di pollo, salsa di pomodoro, verdure e un bicchiere d’acqua. Ma un anno dopo, la nutrizionista Tara Ostrowe ha detto alla CNN che il pranzo per il pilota vegano ora consisterebbe in cose come i panini con falafel, un peperoncino vegano o una scodella di quinoa. Con pazienza il campione inglese è riuscito ad apprezzare i gusti della cucina veg.

E la cosa che ci può meravigliare è che anche i piloti Ferrari nel 2017 avevano una dieta simile, sebbene Hamilton sia con la Mercedes. Per la Ferrari, il pranzo avrebbe incluso un tofu saltato in padella con aglio verdure e riso integrale. È possibile consumare caffè (o tè verde) e alcuni quadrati di cioccolato fondente all’85%. Ma i risultati sportivi non ne hanno, purtroppo, beneficiato.

 

 

 

 

 

Le cene vegane di Lewis

 

Tara Ostrowe suggerisce che la pasta integrale, il tempeh e la patata dolce al forno siano tutte ottime cene nutrienti per Hamilton, poiché la pasta può essere mescolata con verdure e pesto vegano, e il tempeh può essere servito con un carb come i ravioli e la patata dolce andrebbe bene con un tortino di quinoa e cavolo fresco.

Uno dei piatti che Hamilton mangiava nel corso di una sua “storia” su Istagram era una “zucchina a cottura lenta con pinoli tostati insieme a un’insalata di cous cous, melograno, uva passa e scorza d’arancia“, ed un’altra  “orzo con fagioli verdi al vapore e pomodori secchi, con  guacamole, un mix di grano germogliato e hummus con crudité di verdure. “ Anche il Tofu con orzo e verdure, ottimo piatto, salutare e leggero, ê apprezzato da Lewis Hamilton.

 

Le bevande

 

Una cosa che non causa tanti problemi quando si passa a una dieta vegana,è cosa bere. Hamilton beve prevalentemente acqua e, come ambasciatore pubblicitario di una nota marca di energy drink, ha a disposizione anche un sacco di bevande energetiche. Naturalmente, la dieta di un pilota di Formula 1 non è completa senza lo Champagne della vittoria, qualcosa che i piloti sorseggiano con gioia quando vincono le gare. Per Hamilton, 6 volte campione di F1, significa aver bevuto molto champagne. Alla salute!

 

NUOVE INIZIATIVE

Di recente Hamilton ha investito denaro ed è divenuto sponsor di una nuova catena di fast food vegani in collaborazione con Beyond Meat, un’azienda che produce sostituti per la carne e prodotti caseari a base di vegetali nata nel 2009 e con sede a Los Angeles. Ha iniziato a vendere i suoi prodotti negli USA nel 2013.

Il nuovo progetto di fast food vegano si chiama Neat Burger(“neat” significa “per bene, pulito”), la prima catena che serve solo cibo a base vegetale e che ha aperto nel cuore di Londra il 2 settembre u.s.-

Il ristorante serve  burger unici, a quanto pare, creati appositamente dal proprio team di chef in collaborazione con Beyond Meat.

Il progetto, secondo Hamilton, dovrà poi espandersi nel resto del mondo.

La catena si rifornirà, per le bevande anche da Just Water, il marchio eco-consapevole di acque aromatizzate in pack riciclabili lanciato da Jaden Smith, figlio di Will Smith, molto attento al tema dell’alimentazione vegetale, tanto da aver fornito pasti vegani gratuiti per le strade di NewYork.

“Stiamo pre servire sogni di hamburger puliti e verdi! – si legge sulle pagine social della catena – ecco la nostra linea di hamburger – The Neat, The Cheese, The Chick’n, tutti serviti con una selezione dei lati più gustosi del mercato! Tutti a base vegetale, tutti fantastici.”