L’argomento “tutela del pianeta” è ormai in testa alle agende dei politici ovunque nel mondo.

Questa volta possiamo constatare come, anche chi ha molti impegni istituzionali come Il Premier Indiano Narendra Modi, riesca a trovare il tempo per operare concretamente a favore della salvaguardia ambientale, fornendo un ottimo esempio ai suoi compatrioti.

--pubblicità--

Infatti, il premier indiano, dopo un recente incontro con con il presidente cinese Xi Jinping, ha deciso di ripulire la spiaggia di Mamallapuram dai rifiuti durante la sua solita passeggiata mattutina.

“Teniamo puliti i luoghi pubblici”,ha twittato allegando il video dell’operazione di pulizia, durata circa 30 minuti. Poi, riferendosi all’attività fisica di passeggiare sulla spiaggia mentre si raccolgono i rifiuti, ha aggiunto: “Così si resta anche sani e in forma”.

L’India, così come la Cina, ha una popolazione numericamente considerevole.

A Dicembre 2018 si calcola che in India vivano circa 1,36 miliardi persone, pari al 17,80% della popolazione mondiale, mentre la Cina con i suoi 1,41 miliardi circa di abitanti ne rappresenta il 18,54.

È ovvio che conquesti numeri, entrambi i Paesi sianotra quelli che maggiormente hanno contribuito all’inquinamento ambientale sia da Co2che da plastica.

Ed è proprio per questo motivo che entrambe le politiche nazionali stanno puntando ad un miglioramento delle condizioni ambientali e dei comportamenti umani che causano inquinamento.

In particolare, sia in Cina che in India, sonoin atto politiche di massiccia riforestazionei cui esiti positivi sono stati di recente documentati dalla NASA a mezzo di rilevazioni video da satelliti.

Analoghe iniziative si stanno adottando per ridurre al minimo, se non a far scomparire del tutto, l’uso degli oggetti di plastica monouso.