Clean tableware, dishwashing sponges and lily flower over abstract background

Su internet ormai capita spesso di trovare quei video che ci illustrano il fai da te,per quando magari ci manca qualcosa in casa, come per esempio i detersivi.Andiamo a vedere quali di questi rimedi funziona realmente, quali sono veramente ecosostenibili e se vale realmente la pena sostituire i prodotti commerciali con quelli fatti in casa.

Eco-detersivi ecco quali sono una buona alternativa

Il bicarbonato di sodio: Si usa soprattutto per pulire e sbiancare i sanitari del bagno, il lavandino e il forno:bisogna mescolare un po’ d’acqua e bicarbonato per creare un composto denso poi va  utilizzata una spugnetta per applicare il composto,  va fatta agire per qualche minuto e successivamente bisogna risciacquare. Il bicarbonato  può  essere utilizzato  anche per rinfrescare i tappeti, assorbire i cattivi odori di scarpe , frigorifero e lavare la verdura.

 L’acido citrico: Si usa  per togliere il calcare e funziona decisamente bene. bisogna sciogliere 150 grammi di acido citrico anidro in 850 millilitri di acqua distillata e versare tutto in un dosatore con lo spruzzino.  si adopera per  togliere il calcare dai rubinetti e dalle pareti della doccia. L’acido citrico va bene anche per togliere il calcare dai bollitori, dalle macchine del caffè e dal ferro da stiro. Si può utilizzare anche al posto dell’ammorbidente.

--pubblicitĂ --

Infuso di lavanda e camomilla:  si può adoperare per igienizzare le superfici lavabili, pavimenti, vetri e specchi. Sicuramente migliore di tutti quei  detergenti a base di bicarbonato-soda solvay-sapone di marsiglia che a volte diventano solidi e hanno un odore poco gradevole. Non sono ottimali per le superfici e a questo punto meglio usufruire di un infuso.

Il vapore:  per l’igienizzazione della casa è la tua prioritĂ   e non credi che la tua casa possa essere pulita senza candeggina, ammoniaca, sgrassatore eccetera? Usa il vapore.  Puoi lavare il materasso, il divano, il tappeto, le fughe delle piastrelle, i caloriferi, i sanitari. disinfetti tutto e non inquini.

Quali sono i detersivi che non funzionano?

Il detersivo per i piatti:  Esistono tante ricette per prepararsi il detersivo per i piatti in casa, da quella a base di limoni e sale, a quella con la lisciva, passando da quella con la saponaria. Tutte hanno in comune incapacità di funzionare e lo spreco di ingredienti. Non creano schiuma, non lavano l’unto dalla plastica, non anno alcuna utilità.

 Il detersivo per la lavatrice: La maggior parte dei detersivi fai da te per il bucato prevedono l’uso di molti ingredienti (sapone di Marsiglia, percarbonato di sodio, citrato di sodio, soda solvay eccetera). Molto frequentemente  si ottengono risultati deludenti in termini di pulizia. vengono consigliate le noci del sapone o le sfere lavanti, che funzionano ancor meno.