1)Esistono cani mancini, destrimani e persino ambidestri

anche i nostri amici pelosi, come noi umani, hanno preferenze sull’uso delle zampe. C’è chi preferisce la sinistra, chi la destra e chi entrambe. Come fare per scoprire quale sia l’arto prediletto del vostro Fido.

Nel caso dei maschi è più facile notarlo, data la frequenza con cui alzano la zampa per fare i propri bisogni, anche per le femmine è facile intuirlo, basta fare attenzione a come si muovono durante la giornata.

--pubblicità--

 

2) Non tutti abbaiano

L’abbaio del cane può significare molte cose : felicità, paura, rabbia, disagio.

Se troppo frequente, può essere fastidioso ed, a volte, determinare l’umano persino a rinunciarvi.

Esiste, però, una razza canina originaria dell’Asia orientale, poi trasferitasi in Africa, che non abbaia mai: il Basenji. Esso era utilizzato dagli indigeni per la caccia ed era molto apprezzato proprio perché silenzioso.

Solo raramente il Basenij emetti latrati o mugolii.

 

3) Il cane più longevo è morto a 30 anni

Si chiamava Maggie, esemplare di Pastore Australiano Kelpie ed ha trascorso tutta la vita a fianco del suo padrone Brian Mclaren. È morto all’età di 30 anni guadagnandosi il titolo di cane più vecchio del mondo. Il suo record però non è mai stato certificato perché il padrone della cagnolina ha perso i documenti di nascita quando era ancora una cucciola. Secondo il Guinness World Records il detentore certificato del primato è un altro cane pastore, sempre di origine australiana, di nome Bluey morto nel 1939 a 29 anni.

 

4) L’impronta “nasale”

I cani possono essere facilmente distinguibili grazie a l’impronta “nasale”. Tutti i cani infatti hanno diversi cuscinetti plantari troppo spessi per essere usati per il riconoscimento come per l’impronta umana. Invece, in passato, era naso che veniva ricalcato su un foglio e confrontato per riconoscere l’animale.

 

5) I cani “diagnosticano” le malattie

I cani sono in grado di percepire attacchi epilettici nell’uomo prima che questi avvengano o i cali di glicemia nei pazienti diabetici. Altri invece riescono a fiutare tumori alla prostata semplicemente annusando l’urina del paziente. Inoltre, recenti studi dimostrano come il continuo contatto tra cane e bambino riduca le allergie.