Siamo già nel futuro, nuove invenzioni tecnologiche hanno permesso di creare accessori moda con materiali sostenibili. Una realtà che è stata resa possibile grazie ad un’imprenditrice spagnola.

Il Piñatex è un’eco-pelle del tutto sostenibile che si ricava dalle foglie a punta dell’ananas. Proprio così, uno scarto alimentare e vegetale che dà vita a qualcosa di più grande, senza impattare sull’ambiente. La creatrice di questo nuovo tessuto, che può essere impiegato per creare borse, scarpe e tappezzeria di automobili, è Carmen Hijosa.

Un materiale nato dagli scarti e che rispetta l’ambiente

L’imprenditrice spagnola ha avuto l’illuminazione durante un soggiorno nelle Filippine. Infatti, durante riti e cerimonie, gli uomini usano portare delle camicie bianche semi trasparenti con ricami, il “barong tagalog“, un indumento tradizionale, realizzato anche con foglie d’ananas. La vera svolta di questo tessuto è che non ha bisogno di essere creato compattando tra loro fibre lunghe. Non solo, essendo un sottoprodotto delle coltivazioni di ananas, non ha necessità di acqua e terreno, in quanto parte integrante della pianta. Inoltre, gli scarti industriali per la sua creazione sono ottimi come fertilizzanti per i campi, in quanto, dopo il processo di lavorazione, diventano biomassa.

--pubblicità--

Il costo del Piñatex è di ventitré euro circa al metro quadro, e può essere utilizzato per le creazioni più disparate. Infatti, in futuro potrebbe essere usato come isolante per le abitazioni o come rivestimento antibatterico per le ferite. La maglia in fibre d’ananas è molto simile alla tela, e può essere tinta e stampata. Inoltre, a seconda della lavorazione si possono avere diversi tipi di consistenza. La visionaria Carmen Hijosa è riuscita a ridare un senso ad una cosa che solitamente viene scartata e buttata. Il suo obiettivo è sostituire con il Piñatex, i materiali di pelle animale o quelli similpelle realizzati con il petrolio.

Dopo cinque anni di ricerca tra le Filippine, la Spagna e Regno Unito è nata la Ananas Anam, una start up specializzata nella produzione di questo materiale innovativo. Nel dicembre 2015, il Piñatex ha fatto il suo debutto a Londra, al Royal College of Art, dove imprenditori e designer lo hanno modellato in diversi modi, esaltandone la versatilità. Dunque, si prevede un futuro più verde nell’industria tessile.