Annuncio importante da Unilever che ha deciso di investire 100 mila euro in un progetto di capsule di detersivo per le lavatrici in cui non ci sia la plastica, per superare il problema del riciclaggio degli imballaggi spesso molto difficile

DallìHackaton Rethink Plastic è uscito fuori un importante nuovo progetto per Unilever, la multinazionale proprietaria di molti brand di prodotti per la casa. L’annuncio riguarda un investimento di ben 100 mila euro per lo sviluppo di una capsula di detersivo per lavatrici che sostituisce le classiche bustine in plastica monouso utilizzando un rivestimento ecologico ed economico, a base di piante, che protegge la compressa dall’umidità ma allo stesso tempo non inquina.

L’investimento servirà a sviluppare le capsule e fare le necessarie prove di mercato. Secondo Uniliver è necessario che le aziende agiscano per arginare il problema dell’inquinamento da plastica: “In qualità di attore importante nel settore dei beni di consumo, siamo consapevoli che la nostra risposta è fondamentale per stabilire il ritmo del cambiamento. Questo hackathon fa parte del nostro più ampio lavoro con i principali esperti e innovatori per ridisegnare il nostro packaging e lavorare con l’industria in generale per accelerare il cambiamento sistemico che è così urgentemente necessario.”

--pubblicità--

Intento di Unilever è quello di rendere compostabili tutti i propri imballaggi entro il 2025, almeno riutilizzabili o riciclabili. Per questo sta anche investendo ad esempio nella tecnologia CreaSolv con cui si vuole riciclare le bustine usate a costi contenuti.

Photo credit: @Unilever