Il mango avrebbe un potente effetto antidepressivo: è la scoperta di alcuni ricercatori che hanno dimostrato che anche gli estratti della corteccia migliorano gli stati depressivi fornendo molti benefici

Ottimi come frutti ma anche come medicinali naturali: sono i manghi, di cui alcuni ricercatori hanno scoperto gli effetti antidepressivi. Sia il frutto del mango che la sua corteccia fornirebbero alla salute enormi benefici: tra questi anche miglioramenti per l’ansia e la depressione. Lo studio è stato condotto all’università di Lagos in Nigeria.

Il mango è già molto apprezzato nelle diete, e alcuni studi hanno sottolineato le sue proprietà antitumorali. Lo studio appena portato a termine invece sottolinea la sua efficacia come alternativa naturale anche contro la depressione, i cui farmaci tradizionali benché efficaci hanno molti effetti collaterali, dal semplice aumento di peso sino all’aumento del rischio di suicidio. Nella medicina tradizionale africana invece la corteccia degli alberi di mango viene usata come rimedio contro reumatismi e ipertensione, insonnia, crescita tumorale e depressione. La corteccia è infatti ricca di composti bioattivi come alcaloidi, flavonoidi, saponine, tannini, fenoli, acido ascorbico, riboflavina, niacina e tiamina.

--pubblicità--

La nuova ricerca si è concentrata proprio sulla corteccia dell’albero del mango, di cui sono stati analizzati gli effetti positivi contro l’ansia e la depressione, paragonandoli a quelli dei farmaci tradizionali usati per ansia e depressione come la paraclorofenilalanina. In base hai risultati gli studiosi hanno concluso che il mango nel complesso hanno un potenziale uso come rimedio contro la depressione che potrebbe essere sfruttato per ridurre la dipendenza da farmaci antidepressivi ricchi di effetti collaterali.

Photo credit: Pixabay.it