La prima azienda che ricicla i pannolini: si trova in Italia

SI tratta del primo impianto al mondo che ricicla pannolini e assorbenti e si trova in Italia: consente il recupero di tutti i materiali che possono essere trasformati in altro

Esiste in Italia il primo impianto dove si possono riciclare totalmente pannolini e assorbenti che prendono nuova vita. Si tratta dell’azienda Fater Smart che si trova in provincia di Treviso, a Lovadina di Spresiano, e che per le sue pratiche virtuose ha ricevuto il premio Sviluppo Sostenibile a Ecomondo 2018.

In questa azienda virtuosa da una tonnellata di pannolini si ottengono 75 kg di plastica e 150 kg di cellulosa. Pannolini e assorbenti usati vengono riciclati al 100 per cento: se prima finivano in discarica ora tornano a nuova vita trasformandosi in nuovi oggetti. 

--pubblicità--

Il processo di riciclo prevede tre fasi. Nella prima vengono raccolti i prodotti assorbenti usati, in strutture centralizzate o punti di raccolta. Nell’azienda avviene poi il loro stoccaggio e il trasporto alle unità centrali della macchina che li ricicla. Questa elimina la componente organica dei prodotti che vengono poi sterilizzati e separati nei loro componenti; passano poi all’essiccatore dove vengono asciugati. Con questo processo si abbattono i cattivi odori ed eliminati gli agenti patogeni. Infine vengono recuperati le materie prime: si ottengono quindi da ogni tonnellata 150 kg di cellulosa, 75 di plastica e 75 di polimero assorbente. L’impianto tratta per ora 1500 tonnellate di pannolini e assorbenti all’anno, con la previsione di arrivare a diecimila tonnellate.

La prima azienda che ricicla i pannolini: si trova in Italia