Il migliore esercizio per la pancia piatta, il plank: come eseguirlo bene

Si tratta dell’esercizio migliore per avere la pancia piatta a dispetto dei classici e banali addominali: è il plank. Ecco come eseguirlo alla perfezione per sfoggiare addominali perfetti!

Banali e noiosi crunch in mille ripetizioni, addio: per avere una pancia piatta l’esercizio da fare è il plank. Di cosa si tratta? Il plank è un esercizio statico appositamente per allenare gli addominali, ma capace di far lavorare in contemporanea tutti gli altri muscoli del corpo, snellendo e tonificando quindi tutta la figura. Si tratta di un esercizio di fitness ormai diventato popolare in tutto il mondo per la sua efficacia e semplicità dato che si può praticare ovunque e senza nessun attrezzo visto che è un esercizio a corpo libero. In più con soli 5 minuti al giorno si possono vedere dei risultati.

Con il plank oltre ai muscoli degli addominali quindi vengono coinvolte la fasce muscolari di gambe, glutei, fianchi, spalle e petto. In più si migliora la postura. I benefici non sono solo un ventre piatto, ma anche glutei più tonici insieme alla gambe, maggiore elasticità ed equilibrio, una schiena più forte, uno stress muscolare ridotto soprattutto se si conduce una vita molto sedentaria e un metabolismo aumentato rispetto a quanto si ottiene con i classici crunch o sit up.

--pubblicità--

Come si esegue un plank perfetto? Sdraiati con l’addome verso terra, bisogna piegare i gomiti a 90 gradi o tenere le braccia tese, sollevandosi formando una linea retta con il corpo. Testa e collo devono rimanere diritti, mentre addominali e glutei devono essere il più possibile contratti. Le gambe, perfettamente diritte senza piegare le ginocchia, devono essere leggermente distanti tra loro. Importante mantenere la posizione per alcuni secondi o minuti in base al proprio livello di allenamento: si può partire con tre ripetizioni da 10-15 secondi  fino a 5 serie da due minuti: non esistono limiti per avere gli addominali perfetti!

Photo credit pixabay.it