Arriva da Triggianello, in provincia di Bari, una innovativa birra che porta con sé il mare, in tutti i sensi: realizzata infatti a base di acqua di mare purificata. Ecco come

Una birra a base di acqua di mare. Non bevuta per sbaglio, ma volutamente inserita come elemento caratteristico dell’amata bevanda. Succede in Puglia, precisamente a Triggianello in provincia di Bari, dove nello stabilimento della Birranova è stata creata una versione alquanto bizzarra dell’amata bevanda a base di luppolo. Il proprietario dell’azienda ha infatti creato, a partire dal mare della sua Puglia, la birra Margose.

Si tratta di una birra ispirata, come suggerisce il nome, alle gose, nate a Lipsia intorno all’anno 1000, speziate con sale e coriandolo. Nella versione prodotta da Birranova, si utilizza acqua marina purificata e che viene confezionata da un’azienda locale. Ne viene fuori una birra freschissima, setosa al palato ma con una leggera acidità. A completarne il profilo aromatico è proprio il sale che rende la bevanda leggermente amara, con una caratteristica ma piacevole nota iodata e sapida. Abbinata ad un fritto o comunque a del pesce ne esalta le note, diventando la birra perfetta per l’estate.

--pubblicità--

Non si tratta della prima reinterpretazione che i mastri birrai di Birranova sperimentano: da quando l’azienda ha aperto, nel 2007, sono state sperimentate varie bevande mescolando innovazione e tradizione in modo da raccontare con una bevanda il territorio. Di volta in volta è stato sperimentato il cioccolato misto al caffè e al grano arso per usare l’uva. Ora con il mare si arriva all’elemento più naturale per una birra davvero particolare!

photo credit pixabay