Batteri sugli schermi touch di McDonald's. Ma l'azienda smentisce

Rilevati numerosi batteri pericolosi sugli schermi touch screen di McDonald’s dopo una ricerca condotta in otto ristoranti del Regno Unito. Il pericolo deriva dal fatto che dopo averli usati i clienti mangiano direttamente. Pronta la smentita dell’azienda

Batteri sugli schermi touchscreen di McDonald’s. Lo rileva uno studio condotto dalla London Metropolitan University su otto ristoranti della catena nel Regno Unito. Le ricerche hanno rilevato la presenza di batteri e residui di feci sugli schermi che ormai vengono sempre più usati dai clienti per ordinare e subito dopo mangiare.

Negli schermi dei ristoranti di Londra sono stati trovati batteri della famiglia Listeria che causano listeriosi. Su tre quarti degli schermi analizzati inoltre sono risultati batteri del genere proteus che si trovano di solito sulle feci umani e di topo; rilevato anche il batterio dello stafilococco e di uno capace di causare polmonite, setticemia, diarrea. Un problema rilevante se si pensa che dopo aver ordinato si mangia senza lavarsi le mani. Come ha commentato il dottor Paul Matawele, coordinatore dell’indagine, “Siamo molto sorpresi di aver trovato tanti batteri intestinali e fecali. I touchscreen sono sempre più utilizzati, ma questi risultati consigliano di non mangiare direttamente dopo averli toccati, perché sono antigienici e diffondono malattie”.

--pubblicità--

Pronta la replica di McDonald’s che ha risposto tramite un portavoce che gli schermi touchscreen dei ristoranti vengono puliti tutti i giorni e che comunque in ognuno di essi sono presenti servizi per lavarsi le mani prima di mangiare. In più fare una ricerca solo su otto punti vendita non può secondo l’azienda fornire una descrizione esaustiva delle condizioni igieniche di tutti i ristoranti.

Photo credit twitter