Scarpe in casa: ecco perché non bisogna tenerle

Non lo fanno in molti, ma sarebbe buona norma di pulizia ed educazione togliere le scarpe prima di entrare in casa, sia che sia la propria o quella di qualcun altro. Ecco perché

Le scarpe sono l’accessorio che più ci accompagna, eppure proprio per questo motivo non dovrebbero accompagnarci in casa. Si tratta di semplice educazione e non solo: innanzitutto per una questione di pulizia è meglio tenere le pantofole e darle ai propri ospiti.

Le suole delle scarpe, quando le usiamo all’esterno, possono infatti raccogliere fino a 400 mila batteri diversi. Toglierle quando si entra in casa diminuisce il rischio di contrarre infezioni di vario tipo. La stessa cosa vale per diverse tipologie di sostanze tossiche come i residui degli erbicidi o alla sporcizia in generale. Togliere le scarpe permette quindi di mantenere anche un buon livello di pulizia dei pavimenti di casa. 

--pubblicità--

L’usura dei pavimenti e dei tappeti, infatti, è un fattore da considerare soprattutto se si fa uso di scarpe con i tacchi, che possono graffiare e rovinare i rivestimenti più delicati. Camminare con le pantofole in casa evita di doverli lavare, spazzolare e lucidare troppo spesso: risparmio di tempo, denaro e fatica non indifferente! Ancora, le pantofole rappresentano comodità e confort per noi che stiamo in casa, e anche per i vicini che nei condomini possono vivere sotto di noi. Infine ne va anche della salute dei piedi: scarpe troppo strette costringono le dita dei piedi a stare immobili per tutto il giorno; per i bambini invece, camminare scalzi è un modo per evitare di andare incontro ai piedi piatti. Dunque degli ottimi motivi per usare le pantofole in casa!

photo credit pixabay