Oggi il World Food Day, contro la fame e la malnutrizione

Il 16 ottobre si celebra la fondazione della Fao con il World Food Day: una giornata per sensibilizzare la popolazione sulla fame, lo spreco alimentare, la malnutrizione

Ogni anno dal 1979 si celebra il 16 ottobre il World Food Day, per ricordare la fondazione della Fao. Da allora, la giornata vuole contribuire a sensibilizzare la popolazione sui temi della fame, della malnutrizione, dello spreco di cibo. Il tema di quest’anno chiama in causa i cittadini mettendo l’accento sull’importanza che hanno le nostre azioni per il nostro futuro. In tutto il mondo le varie iniziative promosse a sostegno di questa giornata girano quindi attorno a questo tema.

Obiettivo che si propone la Fao è quello di annientare la fame nel mondo entro il 2030, con il claim #famezero sostenuto dalle Nazioni Unite che propone dei dati molto preoccupanti. Secondo l’indice globale della fame, in 51 paesi del mondo i livelli di fame e malnutrizione mondiale sono molto preoccupanti, mentre 79 presentano in totale presentano una situazione da tenere sotto controllo. Solo 29 potranno a raggiungere l’obiettivo di #famezero.

--pubblicità--

Come sostiene Danieal Bernacchi, ad e direttore generale Cesvi, “il mondo ha compiuto progressi sostanziali nella lotta alla fame, ma a una velocità ancora non sufficiente per raggiungere l’Obiettivo Fame Zero entro il 2030. L’Indice Globale della Fame contiene un messaggio chiaro, è necessaria l’azione congiunta di vari attori, quali la comunità internazionale, i governi nazionali e la società civile, per affrontare le crisi alimentari nelle aree del mondo dove la situazione è ancora allarmante. Ma rispondere all’emergenza non basta: occorre aumentare gli investimenti e promuovere programmi di sviluppo a lungo termine nelle regioni più critiche. La fame è un pericolo persistente che minaccia la vita di milioni di persone, molte delle quali vivono il dramma degli sfollamenti forzati”.

photo credit pixabay.it