Obesity day, il 10 ottobre la giornata dedicata al sovrappeso

Il 10 ottobre in tutta Italia è Obesity day: la giornata dedicata all’obesità e al sovrappeso promossa dall’ADI in cui gli specialisti offrono colloqui e consulenze gratuite

L’obesità è una malattia, con risvolti psicologici e sociali non semplificabili dietro i meri motivi legati ad un’alimentazione sbagliata o eccessiva. Per questo motivo non si può semplificare ma si deve approfondire: con questo obiettivo nasce la giornata dedicata all’obesità e al sovrappeso, promossa dall’Associazione di Dietetica e Nutrizione Clinica (ADI) che si tiene il 10 ottobre da ormai 18 anni. Si vuole infatti far comprendere non che si ingrassa perché si mangia troppo, ma che l’obesità sia un insieme di fattori genetici, psicologici e ambientali.

Su tutto il territorio italiano sono circa 120 i centri di dietetica dove oltre 500 offrono gratuitamente colloqui di informazione e consulenze nutrizionali, partecipando inoltre ad eventi pubblici nelle varie piazze italiane, con eventi sparsi nella giornata nelle città italiane. Finora, secondo il presidente ADi Giuseppe Fatati, “gli interventi di prevenzione si sono mostrati poco efficaci perché basati sul principio della responsabilità personale”. Sono quindi in sovrappeso un italiano su tre, uno su dieci è obeso.

--pubblicità--

Contemporaneamente al 10 ottobre si tiene la presentazione del Manifesto dell’Italian Obesity Network, appello firmato dalle società scientifiche del settore e rivolto alle istituzioni affinché si ponga attenzione sulla necessità di ridurre l’impatto dell’obesità in Italia. Tante le idee proposte, tra queste l’abbandono di immagini negative e di un linguaggio inappropriato o l’implementazione di politiche per studenti e dipendenti. Un solo obiettivo: migliorare la qualità della vita delle persone obese.

Photo credit: pixabay.it