I turisti in barca pescano i rifiuti dal canale: accade ad Amsterdam

Il progetto del Plastic Whale ad Amsterdam che coinvolge i turisti presenti in città facendoli sentire utili: con il retino, si imbarcano per pescare i rifiuti in plastica dal canale

Finora il progetto ha coinvolto già quindicimila turisti che stanno contribuendo a ripulire le acque di Amsterdam grazie al progetto di Plastic Whale, una compagnia professionale di pescatori di plastica che vuole unire il divertimento al rispetto per l’ambiente. Nella capitale olandese i turisti salgono su una barca elettrica che fa il giro dei canali della città, e con i loro retini recuperano tappi, bottiglie e altri rifiuti in plastica.

Non finisce qui: i rifiuti vengono riciclati per farne nuovi oggetti; la compagnia li sfrutta per farne tavoli, sedie e lampade. Il progetto è stato fondato da Marius Smit che ha creato la sua associazione grazie ai social network, nel 2011. Dopo sei anni l’iniziativa è amata dai turisti che pagano 25 euro per salire sulla barca, il giro include anche uno spuntino con un giro per gli angoli meno noti di Amsterdam. Le recensioni su Tripadvisor sono positive.

--pubblicità--

Il successo viene dal fatto che i turisti così si sentono utili. Dall’avvio, il progetto è servito a raccogliere 146mila bottiglie e tremila buste, usate per costruire nuove imbarcazioni; Plastic Whale ha inoltre 12 dipendenti e 40 skipper. Esistono una sezione distaccata a Rotterdam e un progetto in cantiere a Bangalore, in India, dove il problema dei rifiuti è legato all’inquinamento.

photo credit twitter.com