I benefici dell'olio d'oliva: previene il tumore all'intestino

Un consumo quotidiano di olio extravergine d’oliva, rigorosamente italiano, aiuterebbe a prevenire e combattere il tumore all’intestino: a dimostrarlo uno studio condotto in Puglia

Uno studio finanziato dall’Associazione italiana per la ricerca sul cancro e condotta da un gruppo di ricercatori dell’università Aldo Moro di Bari ha dimostrato che il consumo quotidiano di olio extravergine di oliva aiuta a prevenire e combattere i tumori all’intestino. Nello studio, durato cinque anni, sono stati coinvolti anche scienziati internazionali che si sono concentrati su una molecola contenuta nell’olio, ovvero l’acido oleico, di cui non erano mai stati indagati gli effetti positivi sui tumori del colon.

I ricercatori hanno commentato i dati dicendo che si tratta di risultati senza precedenti. Lo studio è partito dal rilevare che l’acido oleico è una molecola prodotta anche dal nostro organismo. Lo studio ha poi mostrato che interrompendo la somministrazione di acido oleico attraverso la dieta ne deriva un’infiammazione dei tessuti prima e l’insorgenza di tumori poi. La natura, quindi “ci dà la possibilità di sintetizzare l’acido oleico per proteggerci dal cancro perché crea una barriera che blocca l’infiammazione delle cellule intestinali prevenendo i tumori”.

--pubblicità--

Di conseguenza il consiglio è quello di consumare un cucchiaio di olio extravergine di oliva a pranzo e un cucchiaio a cena. Nello specifico si parla di olio italiano, e non perché la ricerca sia stata condotta in Italia ma perché rispetto ad altri risulta più ricco in acido oleico e più bilanciato. Quindi lunga vita all’olio, che è uno degli alimenti basi della dieta mediterranea.

photo credit pixabay