Consumare bibite gassate abitualmente danneggia i vasi sanguigni

Non solo rischio di obesità: consumare abitualmente bibite gassate aumenta il rischio di diabete e di disturbi al cuore. Gli effetti dannosi sono l’altro lato del benessere che accompagna il consumo delle bibite

Consumare una bibita apporta apparenti benefici: senso di benessere ed energia grazie all’innalzamento del livello degli zuccheri nel sangue, e minore stanchezza se questa bibita contiene anche caffeina. Ma secondo lo studio del Baker Heart e Diabetes Institute di Melbourne, pubblicato sulla rivista Clinical Nutrition, insieme a questi benefici si nascondono diversi effetti dannosi per i vasi sanguigni.

Lo studio (a cui hanno preso parte 28 adulti in età compresa fra i 19 e i 30 anni) ha evidenziato gli effetti dannosi su persone obese e in sovrappeso che conducono una vita sedentaria e consumano regolarmente bibite analcoliche, arrivando fino a 750 ml di bevande ogni giorno. Per le ricerche hanno partecipato a due esperimenti diversi bevendo bibite in un giorno e acqua in un altro. I risultati hanno mostrato come questi due dati (il consumo delle bibite con la sedentarietà) combinati tra loro portano all’aumento del rischio di sviluppare malattie cardiometaboliche come fegato grasso, diabete di tipo 2 e disturbi cardiaci. Gli effetti e i danni delle bibite gassate o analcoliche sono stati misurati finora solo in relazione all’obesità: questo studio mostra che la presenza elevata degli zuccheri ha effetti che vanno oltre l’aumento del peso. I risultati sono oggetto di preoccupazione da parte degli studiosi.

--pubblicità--

Come spiega la responsabile della ricerca, Bronwyn Kingwell, “mentre le malattie legate allo stile di vita come l’obesità aumentano rapidamente e le bevande zuccherate diventano la maggior fonte di zuccheri aggiunti nella dieta, è necessario comprendere l’impatto sulla salute e determinare strategie di prevenzione e di intervento”.

Photo credit: Pixabay.it