PepsiCo, azienda leader nel settore delle bevande e degli snack con marchi quali Pepsi e Lipton, annuncia che entro il 2030 riuscirà ad usare il 50% di plastica riciclata (rPet) in tutta Europa e che attualmente già il 90% delle sue confezioni sia già riciclabile. 

PepsiCo, azienda leader nel settore dell’alimentazione con brand di snack e bevande molto popolari, entro il 2030 si è posta l’obiettivo di riuscire ad usare il 50% di plastica riciclata (rPet) nelle sue bottiglie in tutta l’Unione Europea, con uno step intermedio del 45% entro il 2025. La notizia è stata diffusa attraverso un comunicato ufficiale, e se le promesse verranno mantenute, la multinazionale americana aumenterà di oltre tre volte la quantità di plastica riciclata utilizzata. Si parla di cifre record, equivalenti a più di 50.000 tonnellate di rPet.

L’annuncio, spiega la nota, “arriva a supporto della campagna di impegni su base volontaria lanciata dalla Commissione Europea che promuove il riutilizzo della plastica, per assicurare che entro il 2025 nel mercato dell’Unione Europea vengano usate almeno 10 milioni di tonnellate di plastica riciclata per realizzare nuovi prodotti”. L’impegno coprirà tutti i Paesi che dovrebbero essere membri dell’Unione Europea entro il 2025, coinvolgendo tutti i brand di bevande in Pet del gruppo (il materiale più usato nella realizzazione delle bottiglie), come il celebre competitor della Coca Cola, la Pepsi appunto, ma anche Lipton, Gatorade e Seven Up. L’obiettivo – si legge nella nota – si applicherà alle operazioni di Beverage di PepsiCo, incluse le società di proprietà e quelle in franchising”.

--pubblicità--

Fra gli obiettivi di PepsiCo c’è anche quello di progettare il 100% delle sue confezioni in modo tale da essere riciclabili, compostabili o biodegradabili e ridurre così l’impatto di carbonio entro il 2025. La società stima che attualmente il 90% delle sue confezioni di bevande in tutto il mondo sia già completamente riciclabile.

plastica riciclata

Photo Credits Facebook