Bioplastica: arriva quella realizzata con l'olio per friggere

La prossima plastica bio verrà creata a partire dall’olio riciclato, precisamente quello usato per friggere: una nuova tecnologia sviluppata in Italia che potrebbe risolvere il problema dell’inquinamento prodotto dagli oli usati per realizzare una plastica ecologica e sostenibile

Arriva dall’Italia la bioplastica realizzata a partire dall’olio per friggere: nei laboratori della Bio-on, azienda bolognese specializzata in bioplastiche biodegradabili, è stato infatti utilizzato olio precedentemente usato per friggere per produrre una plastica biodegradabile, Minerv PHAs, a base di pol-idrossi-alcanoati. Dopo la plastica prodotta a partire dal petrolio, e quella biodegradabile fatta a partire da scarti di vegetali o canna da zucchero, ora la tecnologia permette dunque di usare l’olio che precedentemente ha ritto dei cibi per trasformare in polimeri gli acidi grassi dell’olio.

Una soluzione, questa, che permetterebbe di risolvere due problemi: quello dell’inquinamento prodotto dagli oli usati e quello dell’inquinamento derivato dalla plastica: entrambi materiali che necessitano di un sistema di raccolta e smaltimento complessi e precisi, molto poco rispettati. Come spiega Marco Astorri, amministratore delegato dell’azienda, “questa novità è il risultato di due anni di ricerche e permette di attingere alle enormi quantità di questo prodotto di scarto soprattutto in mercati come quello del Nord America e dell’Asia, dove il consumo di cibi fritti è elevato e la quantità di olio usato supera, secondo una nostra stima, il miliardo di litri al giorno. Un prodotto di scarto, che va smaltito con costi, anche ambientali elevati, diventa per noi una materia prima con cui alimentare i batteri che producono bioplastica PHAs secondo un processo completamente naturale”.

--pubblicità--

I vantaggi della plastica fatta con l’olio sono quelli di una plastica bio: stesse prestazioni, al pari di quella fatta con il petrolio, ma, grazie al trattamento preventivo dell’olio, totale assorbimento da parte dell’ambiente dopo il suo utilizzo, per una plastica davvero ecologica.

Bioplastica: arriva quella realizzata con l'olio per friggere

Photo credit: Piaxabay.it