Antartide: si è staccato un iceberg grande quanto la Liguria

Ha iniziato a navigare a gran velocità un iceberg grande quanto la Liguria che si è staccato dall’Antartide nel luglio del 2017, dalla piattaforma Larsen C: pare impossibile fermarlo

--pubblicità--

Si tratta di un gigante di ghiaccio della superficie di 5800 kmq che si sta muovendo a gran velocità, in modo pericoloso: si tratta del sesto iceberg più grande del mondo, l’A68, staccatosi dalla piattaforma Larsen C in Antartide nel luglio del 2017, e che ora ha iniziato a muoversi ed è per questo monitorato dai satelliti. L’enorme blocco di ghiaccio è grande quanto la Liguria, e dopo un lungo periodo di inattività in cui la sua corsa si era rallentata, a luglio ha ripreso a muoversi spinto dalle maree, dai venti e dalle correnti. Non è ben chiaro però cosa abbia causato questa improvvisa svolta.

“Tra il 7 e il 12 luglio 2018 le condizioni meteorologiche e le correnti oceaniche hanno contribuito a far oscillare le migliaia di tonnellate del gigantesco iceberg A68 in senso antiorario” ha spiegato l’oceanografo Mark Brandon. Allo stesso tempo l’esperto giudica il fenomeno come molto strano:  “stava accadendo qualcosa di strano… Quello che so è che ci vuole molta energia per far muovere un bilione di tonnellate di ghiaccio”. Il problema è che non si conosce la sua meta o quanto potrebbe spingersi alla deriva, ma con questa velocità ci si aspetta che l’iceberg arrivi in una zona di mare aperto con la presenza di ghiaccio giovane, e che si schianti con il fronte ghiacciato della piattaforma Larsen C.

Il rischio è che frantumandosi i frammenti più piccoli di ghiaccio possano vagare fino alle acque più calde, verso nord, mettendo a rischio la navigazione nel canale di Drake. In ogni caso, dato che non si può prevedere con certezza cosa accadrà a questo enorme blocco di ghiaccio, A68 è costantemente monitorato, insieme a tutta la zona a sud del pianeta.

Photo credit: Pixabay.it