Orti in affitto, la nuova tendenza: in Italia è boom di richieste

Sono sempre di più le persone, o le intere famiglie, che lasciano il proprio lavoro per ritornare a lavorare la terra: anche temporaneamente, è boom in Italia di orti in affitto

Sono sempre più le persone in Italia che come alternativa al proprio lavoro, o da attività da affiancare ad esso, scelgono di dedicarsi alla coltivazione: è boom di orti in affitto. Sono migliaia di persone che sono uscite dai loro uffici acquistando un certo numero di ettari di appezzamenti da coltivare. Altrettanti sono quindi i proprietari terrieri che hanno sporzionato i loro terreni per venderli o affittarli anche temporaneamente alle persone che ne fanno richiesta.

L’idea è nata intorno al 2014, ma ad oggi è cresciuta in modo esponenziale: molte persone vogliono un ritorno alla natura, e soprattutto cibo sano. Quindi, perché non coltivarselo da soli, per controllare in tutti i passaggi ciò che si mangia? I terreni dove si può creare il proprio orto appartengono ad una serie di aziende agricole presenti in tutta Italia: chi ne vuole uno, tramite il sito che le raccoglie, può scegliere dove e come, oltre che scegliere se occuparsene in prima persona, effettuando anche la raccolta, magari nel fine settimana, oppure se affidare il tutto ad un fattore che se ne prende cura, consegnandogli anche a domicilio la frutta e la verdura.

--pubblicità--

Nel progetto si stanno impegnando anche tanti comuni che stanno promuovendo gli orti in affitto innanzitutto per stimolare la socializzazione tramite il ritorno alla vita rurale, ma ciò in cui l’iniziativa si è trasformata è un vero e proprio ritorno alla terra per cui molte famiglie risparmiano anche sulla spesa, con un investimento da parte delle aziende agricole e un interesse anche da parte delle giovani generazioni.

Photo credit: Pixabay.it

LEGGI ANCHE: