asteroidi

Gli asteroidi che passano vicino alla Terra potrebbero diventare in futuro vere e proprie miniere per estrarre minerali preziosi, utili per le future missioni spaziali dell’uomo.

Quando si pensa agli asteroidi subito si pensa ad una minaccia per la terra. Invece questa volta potrebbero essere una risorsa. Gli asteroidi che passano vicino alla Terra (i cosiddetti Near-Earth object o Neo), infatti, potrebbero diventare in futuro vere e proprie miniere per estrarre minerali preziosi, utili per le future missioni spaziali dell’uomo. Ma perché questo progetto si avveri, bisogna attirarli verso la Terra in sicurezza, senza fa r correre, dunque, rischi al nostro Pianeta. È proprio questa, la missione a cui sta lavorando  il progetto a cui sta lavorando un gruppo di studiosi dell’università di Glasgow, guidato da Minghu Tan e pubblicato sull’autorevole rivista Acta Astronautica.

La cosa può sembrare un po’ strana, per non dire fantascientifica, ma in realtà sembra fattibile. L’idea è quella di usare l’atmosfera terrestre come una sorta di guanto da baseball gigante per le rocce spaziali ricche di risorse. Si pensa di adoperare l’aerofrenaggio (cioè la tecnica con cui una sonda spaziale sfrutta l’attrito dell’atmosfera di un pianeta per ridurre la propria velocità) per frenare gli asteroidi più piccoli, abbastanza da non far sorpassare loro la Terra, ma in modo da farli stare in orbita, e poterci così scavare dentro per cercare risorse come platino o acqua.

--pubblicità--

Tutto quello che servirebbe sarebbe una spinta calcolata e precisa, data da una sonda senza equipaggio. Se la manovra venisse fatta abbastanza lontana dalla Terra, a milioni di chilometri di distanza, in molti casi non servirebbe un grande sforzo, anche se, a seconda della traiettoria dell’asteroide bersaglio, potrebbero servire delle modifiche. Non mancano, però, i problemi: come notano i fisici Sherry Feiber-Beyer e Ingo Mueller-Wodarg dell’Imperial College di Londra: gli asteroidi non sono perfettamente sferici e quindi possono oscillare in modo non prevedibile in orbita, senza contare l’altro grande rischio di un possibile scontro dell’asteroide con la Terra. Ipotesi però scartata da Tan, che nello studio parla solo di asteroidi sotto i 30 metri di diametro, che potrebbero vaporizzarsi al contatto con l’atmosfera.

asteroidi

Photo Credits Pixabay