gelato dieta

In estate molte persone decidono di scegliere come pasto principale, a pranzo o cena, il gelato. Il gelato può rappresentare un pasto completo, ma solo con i giusti accorgimenti. 

Estate e gelato: un connubio perfetto. Molte persone in estate soffrono di inappetenza o preferiscono mangiare cibi molto leggeri e freschi, a causa delle grande ondate di caldo e delle altissime temperature. Sostituire il pranzo o la cena con un cono gelato, o una coppetta, non è una cattiva idea, ma per rendere questa scelta il più salutare possibile è necessario prendere delle precauzioni e seguire dei semplici accorgimenti.

Sempre più italiani, circa 3 su 100, nella calda stagione decidono di sostituire i pasti principali con un bel gelato alla frutta o alle creme. Il fenomeno si sta diffondendo sempre di più, ma in molti si chiedono se è una pratica genuina e salutare. Un gelato a base di latte è ricco di nutrienti importanti e può essere consumato come sostituto del pranzo o della cena. Una grande porzione di gelato, con frutta e cialde, può arrivare anche a 400 calorie, ma questo non garantisce una dieta equilibrata. Se si decide, quindi, di mangiare gelato come sostituto di un pasto principale, si deve tener presente che il secondo pasto principale della giornata (ad esempio la cena) deve integrare ciò che il gelato non può possedere; parliamo di carboidrati, proteine e fibre. Dopo aver consumato un gelato a pranzo, dunque, sarà necessario e “obbligatorio” non far mancare sulla tavola carne, verdura e pane (o simili).

--pubblicità--

I principali ingredienti del gelato sono le uova, il latte e lo zucchero. A questi elementi vengono aggiunti altri ingredienti come frutta, cioccolata o spezie. Nonostante sia fresco, gustoso e a volte molto calorico, il gelato non ha un grande potere saziante. Per questo motivo, anche se può essere tranquillamente consumato a pranzo o cena seguendo le indicazioni di cui sopra, è sempre meglio sceglierlo come pasto extra; quindi per colazione, merenda o dessert.

gelato