coltivazioni indoor

Nascono nei supermercati del Nord Europa le coltivazioni indoor: orti dove consumatori e clienti possono prendere frutta e verdura a chilometro zero. 

Sempre più persone desiderano prodotti bio, a chilometro zero e e provenienti da coltivazioni controllate. Però questi prodotti non sono così facili da trovare e molte persone non hanno il pollice verde per provare a creare un orto casalingo; terreno e spazi permettendo.

Una tendenza sempre più diffusa nel Nord Europa e oltreoceano è quella delle coltivazioni indoor, anche nei supermercati. Stiamo parlando di orti eco-friendly in grado di offrire ai consumatori prodotti coltivati in loco, veramente a km 0, e senza l’utilizzo di sostanze nocive come i pesticidi. In pratica, attraverso questa formula, si può cogliere direttamente dal terreno un gambo fresco di insalata, prendere un rametto di rosmarino dalla pianta, e via dicendo. A sperimentare per primi questa possibilità sono stati alcuni supermercati europei, soprattutto del nord: in Belgio, per esempio, sul tetto di un punto vendita Delhaize (grande distribuzione belga) è stato creato un terreno dove crescono ortaggi freschi, coltivati in orto o in serra e poi venduti direttamente ai clienti. Un progetto molto simile è stato portato avanti anche dal colosso francese Carrefour. Ma Francia e Belgio non sono le uniche nazioni a favore delle coltivazioni eco-friendly e degli orti indoor; anche nei Paesi Bassi una catena di supermercati, la Albert Heijn, ha introdotto nel reparto frutta e verdura un vero e proprio orticello di erbe aromatiche “Help Yourself”, dove il consumatore può cogliere al momento qualsiasi cosa nella quantità di cui necessita. Menta, prezzemolo, basilico, tutto con un’attenzione particolare al non sprecare.

--pubblicità--

Anche IKEA sta sperimentando coltivazioni indoor, proprio in cucina. Lokal, questo il nome del progetto sviluppato dal suo laboratorio di ricerca Space10, sfrutta la tecnica delle coltivazioni idroponiche: frutta e verdura crescono su carrelli impilabili l’uno sopra l’altro e la cosa formidabile è che tutto procede senza un terreno o terra. Difatti viene utilizzata una speciale acqua arricchita da nutrienti che permette ai vegetali di crescere comunque bene.  A completare questo innovativo sistema, una speciale illuminazione LED a basso impatto energetico che – secondo i designer – permetterà di coltivare vegetali molto più rapidamente e con un consumo d’acqua ridotto rispetto agli standard (si parla del 90% in meno rispetto a un orto tradizionale).

coltivazioni indoor

Foto Credit Pixabay