I cibi per i cani e i gatti: quali alimenti è giusto che consumino in estate?

0
1525

Con l’estate anche l’alimentazione dei nostri amici a quattro zampe deve cambiare. E’ necessario che consumino più verdure.

Con l’estate anche l’alimentazione dei nostri amici a quattro zampe deve cambiare: è necessario che consumino più verdure. Cani e gatti, infatti, traggono un grande beneficio dall’assunzione di frutta e verdura di stagione. La dottoressa Barbara Tonini, medico veterinario afferma: “Abbiamo la fortuna che la maggior parte della verdura estiva può essere mangiata cruda, sfruttandone al massimo le proprietà nutrizionali e quindi preservando l’apporto delle vitamine, degli antiossidanti e degli enzimi”. Gli ortaggi dell’estate, con il loro elevato contenuto di acqua e sali minerali, sono particolarmente indicati per il benessere dei nostri amici a quattro zampe perché con il caldo si verifica un’aumentata dispersione di queste preziose sostanze.

La frutta e la verdura rappresentano per i cani e per i gatti una risorsa fondamentale anche per l’apporto di fibre. La fibra infatti aiuta la salute del microbiota che è in grado di condizionare profondamente lo stato di salute e il benessere sia umano sia animale, agendo con effetto diretto sull’intestino. Le verdure estive utili ai nostri animali, sono moltissime. La dottoressa Tonini afferma: “A cominciare dagli asparagi, ricchi di pigmenti antiossidanti, di vitamina C e di vitamine del gruppo B che, grazie alla loro proprietà diuretica, sono ottimi nella gestione delle patologie urinarie, così come le zucchine e i finocchi. Gli ultimi hanno poi una spiccata azione carminativa, in quanto facilitano l’eliminazione dei gas intestinali e grazie ad alcune molecole svolgono un’efficace effetto antinfiammatorio e antiallergico”.

Tra le verdure da consumare crude per i nostri amici a 4 zampe c’è anche il sedano per la concentrazione di fibra. Le carote hanno effetti curativi che spaziano dall’aiuto nella digestione alle proprietà antitumorali. Ci sono poi, le varianti gialle e rosse dei peperoni che contengono vitamina C, per stimolare le difese immunitarie e intervenire nell’assorbimento del ferro. Le insalate, dalla lattuga, al songino e al radicchio rosso, che in virtù del loro contenuto di acqua e fibra solubile aiutano l’organismo a eliminare le tossine e le scorie in eccesso. E’ importante infine fare un accenno anche alle verdure che è più opportuno evitare, tra queste oltre a l’aglio, la cipolla, il porro e lo scalogno, è preferibile evitare anche gli ortaggi a foglia verde come le bietole e gli spinaci. Queste, in presenza di patologie renali o di calcolosi delle vie urinarie, possono contribuire alla formazione dei calcoli, perché contengono elevate quantità di ossalati.

Photo Credits Pixabay.com