La casa più piccola al mondo costruita con la nanotecnologia

I robot più precisi del mondo hanno costruito in Francia la casa più piccola al mondo, capace di ospitare solo un virus: i poteri della nanotecnologia

Un gruppo di ricercatori del Femto-ST Institute di Besançon (in Francia), ha realizzato un sistema di robot in grado di realizzare una casa minuscola, la più piccola al mondo per la precisione, capace di ospitare al suo interno soltanto un virus. Il loro lavoro è stato pubblicato sulla rivista  Journal of Vacuum Science and Technology A.

La casa più piccola al mondo è grande 300×300 micrometri, ovvero 0,3×0,3 mm: è fissata su una fibra ottica all’interno di una camera a vuoto. per realizzarla gli ingegneri hanno utilizzato una serie di strumenti tutti realizzati in scala microscopica, tra cui un mini sistema per l’iniezione del gas e un piccolo robot manovrabile. Nello specifico, seguendo la realizzazione della casa con un microscopio installato della camera a vuoto, gli scienziati l’hanno costruita con del silicio tagliato in nanofogli e sagomato dal fascio di ioni; il materiale è stato saldato sull’estremità della fibra ottica con il sistema di iniezione a gas.

--pubblicità--

Il tutto per dimostrare fino a che livello di precisione possono arrivare oggi le attuali nanotecnologie, dato che la casa non ha certamente una funzione pratica. Infatti sperimentando la nanotecnologia, gli ingegneri potranno ad esempio costruire nanostrutture capaci di intercettare delle molecole e inserirle in zone inaccessibili, come i vasi sanguigni: possono essere quindi sfruttate in medicina, per veicolare farmaci, catturare virus o misurare i livelli di radioattività. Al momento gli scienziati stanno già lavorando per realizzare strutture ancora più piccole.

Photo credit: Twitter.com

LEGGI ANCHE: