AlimentazioneDiete

Via libera al cioccolato, ma i benefici ci sono se è fondente al 70 per cento

Aiuta la memoria, sostiene le difese immunitarie e ha benefici anche contro la colite: il cioccolato ha mille benefici, a patto però che sia fondente con almeno il 70 per cento di cacao

Mangiare ogni giorno cioccolato? Si può e fa bene alla salute, a patto però che si tratti di cioccolato fondente con almeno il 70 per cento di cacao e con zucchero di canna biologico: a ribadire l’importanza della quantità di cacao rispetto a quella di zuccheri e grassi saturi che mitigano il sapore amaro del cioccolato “puro” sono due recenti studi condotti negli Usa secondo i quali i benefici sarebbero di molto inferiori se appunto non sono rispettate queste proporzioni.

A far bene infatti è il contenuto di flavonoidi presenti nel cacao, con benefici per la memoria e l’umore, il sistema immunitario, lo stress. Sono stati condotti i due studi somministrando a cinque volontari 48 grammi di cioccolato fondente al 70 per cento per otto giorni consecutivi. Al termine sono stati notati miglioramenti nel funzionamento delle difese immunitarie oltre ad un effetto positivo sulla memoria. I polifenoli del cioccolato sono inoltre degli antinfiammatori per l’intestino colitico, di cui migliorano l’integrità della mucosa, e per questo il suo consumo può essere associato al miglioramento della colite.

Quindi, a patto di scegliere un cioccolato con un alto contenuto di cacao (esistono tavolette di fondente anche con una percentuale del 100 per cento), il cioccolato si può consumare, a piccole dosi, tutti i giorni. Con l’arrivo dell’estate si deve soltanto fare attenzione a riporlo in un luogo fresco e privo di umidità (ma non il frigorifero!) affinché non si sciolga, ma per il resto via libera alla dolcezza!

Il cioccolato fa bene se è fondente almeno al 70 per cento: lo studio

Photo credit: Pixabay.it

LEGGI ANCHE:

Back to top button