Stop snack spazzatura alle casse dei supermercati: l'esperimento di Coop

Snack spazzatura e dolci di ogni tipo sono spesso posizionati accanto alle casse dei supermercati, posizione strategica per attirare i bambini: grazie a una petizione, Coop sperimenterà con l’inserimento di prodotti più sani

Dolci, cioccolata e snack spazzatura ad alto contenuto di grassi e zuccheri: sono i prodotti che nei supermercati troviamo strategicamente accanto alle casse, e quando si è in fila per pagare la propria spesa fin troppo spesso finiscono per attirare l’attenzione di bambini e adulti, indotti all’acquisto. Per stimolare ad una migliore educazione alimentare dei bambini, già nel 2008 la catena di supermercati francese Leclerc aveva annunciato di voler eliminare gli snack spazzatura dagli scaffali vicino alle casse sostituendoli con prodotti a base di frutta; la decisione è stata seguita e imitata in Inghilterra dalle catene Lidl e Tesco.

In Italia presto potrebbero cambiare le cose, almeno nei supermercati del gruppo Coop. Nel 2014 infatti, a seguito di una petizione de Il fatto Alimentare su change.org, ispirata proprio dalle altre iniziative europee circa il posizionamento di snack spazzatura accanto alle casse dei supermercati, la catena U2 ha annunciato di voler modificare l’assortimento di tali prodotti per far posto a prodotti più sani. Ed è arrivata in seguito l’annuncio di Coop che da metà maggio intende partire con la sperimentazione di prodotti dedicati al benessere posizionati vicino alle casse sostituendo i vecchi snack.

--pubblicità--

Ad essere privilegiati saranno, in circa 900 postazioni pari a circa il 15 per cento delle casse, snack a marchio Coop a base di noci e semi, frutta disidratata e cereali, cibi biologici, delle linee Viviverde e Bene-sì. Nella prima fase si monitoreranno il gradimento e la risposta dei clienti a questo cambiamento: l’obiettivo è che nell’acquisto impulsivo del prodotto che si trova accanto alla cassa la scelta ricada sempre più spesso su snack che non siano troppo dannosi per la salute.

Photo credit: Pinterest.com