Le pareti verdi per isolare gli edifici e risparmiare: il progetto di Enea

Delle pareti verdi per isolare in modo green gli edifici sia a livello termico che acustico: è il progetto di Enea che porterebbe anche a un risparmio in bolletta

Un sistema ecologico che strizza un occhio all’estetica per gli esterni degli edifici quello messo a punto dai ricercatori di Enea per l’isolamento termico e acustico delle case: si tratta di pareti verdi capaci di isolare gli edifici con un risparmio del 15 per cento in bolletta, una riduzione della temperatura interna fino a 3 gradi in caso di caldo eccessivo e un abbattimento del 40 per cento del flusso termico nelle case. Il tutto grazie a piante e fiori coltivate sulle pareti esterne, su tetti e terrazzi.

Le pareti verdi del progetto pilota di Enea sono costituite da un sistema estensivo di tetto-giardino che si reggono su una struttura portante posizionata a 50 cm dalla parete della casa. Le piante creano un cuscinetto isolante intorno all’edificio, capace di mitigare il calore esterno poiché cattura gran parte dell’energia solare. Di conseguenza le pareti verdi consentono di risparmiare energia per il raffreddamento in estate, e per il riscaldamento in inverno, rilasciando il calore, e inoltre riducendo la dispersione termica togliendo umidità alle pareti esterne.

Una soluzione simile, applicata in modo esteso, apporta notevoli miglioramenti al contesto urbano, dato che riduce le emissioni di Co2, metano e vapore acqueo; piantare giardini su tetti e pareti degli edifici porta poi a ridurre gli effetti delle bombe d’acqua, poiché la vegetazione assorbirebbe il 50 per cento dell’acqua piovana regolandone il deflusso; altri miglioramenti ci sarebbero per la qualità dell’aria data la produzione di ossigeno da parte delle piante, oltre ad una tutela della biodiversità grazie alla possibilità di utilizzare diverse tipologie e varietà. Dato il potenziale del progetto delle pareti verdi, il Centro di Ricerche Enea promuoverà un corso di formazione gratuita sulle coperture vegetali per architetti, agronomi e tecnici.

Photo credit: @Twitter.com