Koala a rischio estinzione: il piano del governo australiano per salvarli

L’animale simbolo dell’Australia rischia l’estinzione: il governo ha così deciso di stanziare 30 milioni di euro per salvare le poche migliaia di esemplari rimasti nel Paese

Sono un tesoro nazionale, vero e proprio simbolo dell’Australia nel mondo, protagonisti di pubblicità e dell’immaginario comune, amati da grandi e bambini. Si tratta dei koala, ma il loro futuro è incerto e questi animali, presenti in dieci milioni di esemplari prima dell’insediamento umano nel continente a partire dal 1788, si riducono ora a poco più di 43 mila e sono quindi a rischio estinzione.

--pubblicità--

Per questo motivo, il premier del Nuovo Galles del Sud Gladys Berejiklian ha annunciato un piano di conservazione per salvare i koala che prevede lo stanziamento di 30 milioni di euro, 45 milioni di dollari per preservare il naturale habitat dei marsupiali, minacciati proprio dalla perdita del loro ambiente naturale a causa dell’inquinamento, dell’urbanizzazione, dell’inquinamento e dei cambiamenti climatici. Solo nella regione del Nuovo Galles sono scomparsi in circa vent’anni il 26 per cento della popolazione dei koala, mentre in altre aree dell’Australia l’animale è scomparso del tutto: ragion per cui la specie è considerata ufficialmente vulnerabile.

Grazie al piano del governo, deciso in seguito ad un rapporto di due anni fa che raccomandava una strategia d’impatto per evitare l’estinzione della specie, si affronteranno le malattie che distruggono i koala, a partire dalla clamidia, che causa cecità e addirittura la morte; una parte dei fondi verrà poi usata per la ricerca, l’aggiornamento degli hotspot da strada, dei punti di raccolta per aiutare gli animali, sino alla costruzione di un nuovo ospedale dove i veterinari potranno curare gli esemplari malati. Infine è prevista anche la creazione di un numero verde per la segnalazione di koala in situazioni di pericolo.

Photo credit: Pixabay.it

LEGGI ANCHE: