Fonte: wikimedia

L’azienda italiana Montana presenta al Salone Internazionale dell’Alimentazione, Cibus 2018, i ridotti consumi in termini di acqua e Co2 nella produzione dei suoi hamburger.

Si parla spesso di quanto la produzione di carne abbia altissimi costi in termini di consumo di acqua, stimato ad oltre 15.000 litri per chilogrammo. Numeri che sono destinati a cambiare, almeno per quanto riguarda gli hambuerger Montana. Come annunciato durante il salone internazionale dell’alimentazione, Cibus 2018, alle Fiere di Parma, il consumo diretto di acqua per la produzione di un hamburger Montana (Inalca Spa del Gruppo Cremonini) di un etto ammonta a 72,8 litri, pari a 728 per kg, quindi la metà di quanto stimato sei anni fa.

Rapportando questo risultato al consumo giornaliero medio di acqua potabile per uso domestico in Italia, ovveo 180 litri a persona (dati Enea) l’hamburger Montana può essere definito “sostenibile”. Bene anche le emissioni di Co2: durante la fiera è stato evidenziato che si è passati ad 1kg di Co2 equivalente, inferiore del 50% rispetto ai valori indicati sino ad oggi nella produzione di carne bovina.

--pubblicità--

Sostenibilità a 360 gradi, che comprende anche l’imballaggio della carne firmata Montana: l’azienda ha infatti dichiarato, durante una conferenza stampa, che il 99% degli imballaggi viene riciclato. “Diamo oggi un contributo importante – ha dichiarato Giovanni Sorlini, responsabile Qualità di Inalca ad Ansa – nel dibattito nazionale sul rapporto carne-ambiente che consente di valutare i reali impatti della filiera, senza dipendere da studi scientifici appartenenti a sistemi produttivi molto diversi dai nostri. Si dimostra lo sforzo del mondo produttivo che, a partire da una migliore alimentazione animale e gestione dei reflui negli allevamenti, dimostra anche come l’integrazione delle filiere latte e carne rappresenti un punto di forza per l’efficienza produttiva e per gli impatti ambientali di tutti i processi di allevamento, trasporto, macellazione e lavorazione delle carne”.

Photo Credit MaxPixel

LEGGI ANCHE: COMBATTERE LE EMISSIONI DI CO2 CON I FUNGHI NEGLI HAMBURGER