Fonte: Pixabay

Caffè durante la gravidanza? Con moderazione, altrimenti il nascituro rischia di essere sovrappeso in futuro. Lo dice un recente studio svedese.

Bere troppo caffè in gravidanza può causare obesità nel figlio che sta per nascere. Lo dice uno studio svedese condotto dai ricercatori della Göteborgs Universitet e pubblicato sulla rivista BMJ Open, secondo il quale a giocare un ruolo fondamentale sarebbe la caffeina.

Il massimo consentito per evitare di influenzare negativamente il peso del nascituro è di tre tazze di tè o due tazze di caffè al giorno, sempre secondo i ricercatori svedesi. Dosi che equivalgono a 200 mg di caffeina. Va da sé che l’assunzione di altre bevande o cibi contenenti la caffeina influenza le dosi consigliate di tè e caffè di cui sopra. Risultati raggiunti analizzando 50.493 donne in stato interessante del programma Norwegian Mother and Child Cohort Study. I ricercatori hanno misurato il livello di caffeina delle gestanti a metà gravidanza, mentre il peso dei figli è stato registrato dall’età di sei mesi ad otto mesi.

--pubblicità--

“Anche se ulteriori studi sono necessari prima di poter affermare cosa davvero significano i risultati da noi ottenuti – spiega Verena Sengpiel, professoressa associata della Göteborgs Universitet, la caffeina è una sostanza che è possibile scegliere di ridurre o eliminare completamente durante la gravidanza”. Queste perché precedenti studi hanno dimostrato che la continua esposizione del feto alla caffeina in gravidanza potrebbe influenzare alcuni geni relativi al controllo del peso corporeo.

Photo Credit: Pixabay

LEGGI ANCHE:DIABETE DI TIPO 2, IL CAFFÈ AIUTA A PREVENIRLO