Addio al ragno più anziano del mondo: si chiamava numero 16 ed era stato scoperto nel 1974. La sua morte causata dalla puntura di una vespa.

È morto il ragno più vecchio del mondo, e non è successo per motivi naturali o per la mano dell’uomo, bensì a causa di un altro animale. Ad annunciarlo il Pacific Conservation Biology Journal Proprio così. A 43 anni, la femmina di gaius villosus (vedi foto a fondo articolo), della famiglia degli idiopidae, è deceduta a causa della puntura di una vespa. Il suo primato è nettamente superiore al precedente: una tarantola messicana di 28 anni.

“È la specie di ragno conosciuta e studiata più longeva, e la sua esistenza ci ha permesso di conoscere e capire in anticipo i comportamenti e le dinamiche della popolazione dei ragni a botola”, ha spiegato Leanda Mason, ricercatrice dell’Università Curtin di Perth. Il ragno più vecchio del mondo era stato chiamato “numero 16” e scoperto nel 1974 da Barbara York Main, oggi 88enne, durante una ricerca sulle tane nella regione di Wheatbelt.

--pubblicità--

I 43 anni vissuti da numero 16 sono una rarità per la sua specie: gli altri esemplari vivono infatti solitamente fra i 5 e i 20 anni. Inoltre la  gaius villosus è una specie minacciata dal riscaldamento globale e dalla deforestazione, ed è facile trovarlo anche in alcuni giardini domestici australiani. Questo tipo di ragno non è però pericoloso per la vita dell’uomo, anche se il suo morso può essere molto doloroso.

LEGGI ANCHE: L’UE PROTEGGE LE API: BANDITI TRE PESTICIDI “KILLER”

Photo Credit Curtin University