Gatti neri, più adozioni grazie al film Black Panther
Fonte: Pixabay

Alla faccia della superstizione, aumentano negli Stati Uniti le adozioni dei gatti neri per merito del film della Marvel “Black Panther”. 

Proprio così, secondo quanto si legge sul social network Tumblr sembra che i gatti neri siano diventato molto richiesti e non più gli ultimi a lasciare rifugi e gattili per via di retrograde scaramanzie e gusti estetici che solitamente premiamo i piccoli felini di colori differenti. Il merito va all’ultimo film del supereroe Marvel Black Panther, in questi giorni al cinema, che narra le vicende di un eroe dotato ovviamente di poteri sovrumani nonché re e protettore della fittizia nazione africana del Walanda.

Una bellissima notizia per gli amanti dei felini, ma che va presa con le dovute cautele: non si tratta di una ricerca statistica ma semplicemente di un post pubblicato dall’utente gallusrostromegalus sul Tumblr e che si riferisce limitatamente al caso dei rifugi del Durango, in Colorado, e non di tutto il mondo e nemmeno degli USA. “Beneficio inaspettato di Black Panther: i miei rifugi per animali domestici sono passati dall’avere qualcosa come 50-60 gatti neri a non averne più nessuno”, si legge su Tumblr

--pubblicità--

Ma perché collegare l’incremento delle adozioni di questi gatti neri al nuovo film della Marvel? Semplice: i nomi che i nuovi padroni danno ai loro piccoli felini color corvino. “Questi gatti vengono adottati per lo più da persone che vogliono comunque accogliere un gatto, poi entrano, vedono quelli neri ed esclamano ‘Come Black Panther!’ e se li portano a casa, quindi, per una volta, sono i gatti neri ad essere adottati per primi” 

LEGGI ANCHE: GIORNATA NAZIONALE DEL GATTO: 5 CURIOSITÀ SUL MONDO FELINO

Photo Credit Pixabay