Caffè, due tazze al giorno aiutano a mantenere il peso

Il caffè come alimento per combattere l’obesità? Secondo gli scienziati della Northwestern University avrebbe un effetto sul dimagrimento. 

Secondo i ricercatori della Northwestern University, USA, il caffè avrebbe un effetto contrario a quello della cannabis illegale. Mentre quest’ultima, infatti, agisce su alcune zone del cervello legate all’appetito e rende chi ne fa uso più affamato, spingendolo a consumare patatine e cioccolato in abbondanza. Al contrario, chi assume caffè prova un più equilibrato senso di fame. Nello specifico, gli scienziati hanno rilevato che le persone che bevono due tazze di caffè al giorno, dopo un determinato periodo di dieta, sono più facilmente portate a mantenere il loro peso.

Quindi il caffè aiuterebbe a dimagrire non solo tramite l’accelerazione del metabolismo, ma anche diminuendo l’appetito. Le persone del campione analizzato dai ricercatori (47) non hanno bevuto caffè per un mese, e poi è stato detto loro di bere quattro tazze di caffè al giorno per un altro mese, fino ad arrivare al consumo di otto tazze al giorno per un altro mese.

--pubblicità--

Quale è il legame fra caffeina e cannabis? Gli scienziati si sono accorti che i composti della cannabis presenti nel sangue diminuivano nelle persone che bevevano più caffè. Le sostanze endocannabinoidi possono impattare in modo significativo sulla dieta, mentre al contrario la caffeina aiuta a bruciare più velocemente i grassi. Risultati simili furono raggiunti da un’altra ricerca condotta nel 2015 su 500 persone in Germania, dalla quale si scoprì appunto del forte legame che intercorre fra consumo di caffè e dimagrimento.

LEGGI ANCHE:CAFFEINA, È ABUSO FRA GLI ADOLESCENTI ITALIANI

Photo Credit Flickr