Benessere di coppia: tenersi per mano allevia il dolore

Accertata la sincronizzazione cerebrale tra gli innamorati: il semplice tenersi per mano ridurrebbe la percezione del dolore del 34 per cento. Le sofferenze in coppia si superano più facilmente

Connessione tra innamorati? Lo dice la scienza: tenersi per mano allevia il dolore. A dimostrarlo è uno studio che non è solo suggestione credere che in due il dolore si superi meglio: le sofferenze si riducono del 34 per cento se ci si tiene per mano in una coppia.

Lo studio, condotto da un team di scienziati dell’Università del Colorado guidati da Pavel Goldstein, e i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista Pnas, hanno preso in esame 22 coppie eterossessuali tra i 23 e i 32 anni per dimostrare che l’empatia che si crea tra innamorati, grazie alla sincronizzazione delle onde cerebrali, aiuta anche a rispondere meglio al dolore, soffrendo appunto di meno. Alle donne è stato poggiato un metallo caldo sul braccio: quelle che stringevano la mano del loro compagno percepivano meno dolore con una sofferenza inferiore fino al 34 per cento. La differenza è stata confermata ripetendo diverse volte l’esperimento quantificando il dolore sia con la testimonianza diretta sia tramite quella degli uomini; in più le registrazioni dell’encefalogramma hanno mostrato che questo era, nelle donne con bassi livelli di dolore, quasi identico ai loro partner.

--pubblicità--

Tenersi per mano in una coppia dunque pare favorire il rilascio, nel cervello, di sostanze chimiche simile ad analgesici endogeni. Sicuramente è da verificare quanto la connessione possa essere efficace non solo in caso di dolori brevi e profondi quanto con dolori cronici; allo stesso modo l’esperimento deve essere approfondito anche sugli uomini che da precedenti ricerche sembrano essere meno recettivi. In ogni caso, l’esperimento è la prova che si soffre di meno se non si è da soli: la connessione sociale, tra coppie o meno, è fondamentale.

 

Photo credit: Pixabay.it