Fonte: Pixabay

Sono sempre di più le donne che scelgono la bicicletta come strumento per tenersi in forma, non disdegnando anche varianti come l’hydrobike o la cyclette. Ma secondo una ricerca americana andare in bici non farebbe bene solo alla salute ma anche alla vita sessuale delle donne. 

La ricerca, condotta dall’Università della California e pubblicata sulla rivista scientifica Journal of Sexual Medicine ha dimostrato che l’andare in bicicletta non fa bene solamente alla salute e aiuta a tonificare gambe, glutei e addome  ma aiuta anche a migliorare la vita sessuale nelle donne. Lo studio è stato fatto su un campione di 3100 donne, delle quali alcune andavano in bici ogni tanto mentre altre in maniera costante.

Una ricerca che riemette in buona luce l’attività in bicicletta dopo che alcuni studi degli anni scorsi avevano dimostrato alcuni collegamenti fra i danni del tratto urinario e l’andare in bici: con il tempo, l’azione di appoggiarsi al sellino di bici o cyclette con tutto il peso del corpo potrebbe provocare infatti la possibilità di contrarre infezioni al tratto urinario. Una tesi tuttavia non confutata dallo studio dell’Università della California, che si è concentrato invece sui benefici. Inoltre la possibilità di adottare sellini più comodi ed ergonomici può evitare l’inconveniente delle infiammazioni al tratto urinario.

--pubblicità--

Insomma, sembrerebbe che lo scotto da pagare per avere una vita sessuale migliore attraverso l’utilizzo della bicicletta sia il rischio di contrarre infezioni al tratto urinario. Questo vale però soprattutto per quanto riguarda li gentil sesso, dato che recentemente è stato smentito che il ciclismo possa creare problemi di salute al tratto urinario degli uomini.

LEGGI ANCHE: MOBILITÀ CICLISTICA: UNA LEGGE NAZIONALE PER SOSTENERE LA BICICLETTA

Photo Credit Pxhere