Tartarughe marine: la campagna di Legambiente per salvaguardarle

Soffocate da plastica gettata in mare, intrappolate nelle reti o intossicate dai rifiuti. È emergenza per le tartarughe marine. Legambiente lancia Tartalove, una campagna per salvaguardarle 

 

Ogni anno circa duecento mila tartarughe marine vengono catturate accidentalmente dai pescatori. Moltissimi esemplari muoiono a causa soffocate dalla plastica gettata in mare o a causa dei rifiuti ingeriti, tanti altri a causa delle imbarcazioni, che le urtano con le loro eliche, ferendole a morte. Anche per i nidi e le uova depositate in spiaggia non è facile la sopravvivenza, minacciate da trattori spazza spiaggia. Le tartarughe marine sono considerate una specie protetta in tutto il mondo, presenti nella lista rossa delle specie in pericolo dell’IUCN, poiché rischia di estinguersi a causa delle azioni dell’uomo.

--pubblicità--

Tartarughe marine: la campagna di Legambiente per salvaguardarle

Per salvaguardare questi animali, Legambiente ha dato il via a Tartalove, una campagna di adozione simbolica degli esemplari ricoverati presso i centri di recupero di dell’associazione (CRTM). Adottando una tartaruga si contribuirà a sostenere le spese per la sua cura. Inoltre, la campagna prevede il monitoraggio delle spiagge, al fine di individuare i nidi da proteggere. Solo nel centro di Manfredonia in dodici anni sono stati curati e rimessi in libertà circa 1.400 esemplari e decine di nidi sono stati monitorati e protetti fino alla schiusa delle uova.

“Negli ultimi anni la sensibilità e l’attenzione nei confronti di questi animali è molto aumentata, grazie anche alla collaborazione dei pescatori e dei turisti. – Ha dichiarato il direttore generale di Legambiente Stefano Ciafani. – Per questo abbiamo pensato a Tartalove, una campagna di adozione simbolica delle tartarughe ricoverate presso i nostri centri che possa permetterci, grazie a un contributo volontario, di continuare a curare e salvare migliaia di esemplari a rischio, a monitorare le spiagge in cerca di nidi da proteggere, a informare le persone affinché conoscano i giusti comportamenti da adottare per salvaguardare il benessere delle tartarughe marine”.

Photo Credits: Pixabay