Ready to Park: ora la Smart ora si parcheggia con un tap

0
1554
Ready to Park: l'app per parcheggiare la Smart con lo smartphone

Disponibile per la città di Roma, Ready to Park, l’app per smartphone che consente di parcheggiare la propria Smart nelle strutture convenzionate. Il servizio sarà presto esteso ad altre città italiane

 

Trovare posteggio per la propria auto è uno dei problemi che maggiormente affligge chi abita nelle grandi città. Per questo motivo, in molti hanno deciso di scegliere di acquistare citycar dalle dimensioni molto ridotte, come la Smart, l’auto eletta anche regina della mobilità nella Capitale. Da oggi per i possessori delle Smart sarà ancora più semplice trovare parcheggio, grazie a Ready to Park, l’applicazione che consente di trovare parcheggio dal proprio smartphone in pochi “tap”.

Ready to Park: l'app per parcheggiare la Smart con lo smartphone

Disponibile per i sistemi operativi iOS (7 e superiori) o Android (4.3 e superiori), il servizio è attualmente attivo solo per la città di Roma, ma sarà presto esteso anche a molte città d’Italia. Una volta scaricata l’applicazione, basterà registrarsi al servizio e attivare la con connessione bluetooth (4.0 low energy). Ready to Park è connessa a circa trenta autorimesse convenzionate aderenti all’iniziativa, e consente di verificare la disponibilità di parcheggio e prenotare il proprio posto. La ricerca del parcheggio avviene in tempo reale, una volta individuato il posto che fa al caso nostro, basterà selezionarlo e prenotarlo tramite smartphone. La prenotazione è valida per un’ora, entro la quale l’utente deve effettivamente raggiungere il parcheggio e posteggiare l’auto.

Sempre tramite smartphone è possibile pagare il parcheggio con il metodo preferito tra quelli proposti. L’applicazione consente anche l’apertura della sbarra in ingresso o in uscita tramite bluetooth, non è necessaria la connessione dati attiva. Ready to Park potrebbe essere una buona soluzione al problema del posteggio, evitando i lunghi ed estenuanti giri di ricognizione alla ricerca di un posticino. La speranza di molti automobilisti capitolini e non solo, è che il sistema venga esteso presto anche ad altre città italiane e, soprattutto, anche per altre automobili.

Photo Credits: Pixabay