La scuola più ecosostenibile del mondo, tra pannelli solari e riciclo dell'acqua

La Scuola Internazionale di Copenaghen è la più sostenibile del mondo, grazie ai dodicimila pannelli fotovoltaici che ricoprono l’edificio

Una scuola da sogno sorge a Copenaghen, praticamente in mezzo al mare, nel quartiere Nordhavn, nella zona portuale della città danese: la Scuola Internazionale di Copenaghen che con i suoi 12mila pannelli fotovoltaici che la ricoprono si piazza di diritto tra gli edifici più sostenibili del mondo, essendo in grado di produrre il 50 per cento dell’energia necessaria. La Scuola è stata inaugurata lo scorso 9 gennaio, ed è stata realizzata dallo Studio di architettura C.F. Moller Architects.

Il progetto altamente innovativo ha visto l’utilizzo di materiali totalmente sostenibili. La struttura è composta da quattro torri progettate diversamente a seconda dell’età e del grado degli studenti: la Scuola ospita infatti circa mille ragazzi fra i 3 e i 19 anni provenienti da oltre 80 Paesi. La realizzazione dei 12 mila pannelli fotovoltaici della facciata, dal colore verde mare, in omaggio alla Sirenetta di Copenaghen, ha richiesto lo sviluppo di un particolare processo di interferenza della luce per la riproduzione dei colori, realizzando, senza aggiunta di pigmenti nei materiali, lo speciale “effetto iride”, simile al caleidoscopio di colori che creano le bolle di sapone. I filtri speciali dei pannelli, che ricoprono una superficie di 6.048 metri quadrati, e che sono orientati in diverse angolature in modo da catturare meglio la luce, riescono a fare in modo che solo alcune lunghezze d’onda della luce vengano riflesse in modo da produrre il verde mare. Il resto della luce viene assorbita e convertita in energia.

--pubblicità--

Gli impianti led di illuminazione vengono gestiti dagli insegnanti che possono scegliere e modificare l’intensità del colore; sono presenti anche sensori di movimento in tutto l’edificio per permettere il risparmio di energia. Gli interni sono stati realizzati scegliendo materiali naturali, come il bambù per gli scaffali, i pavimenti in rovere oliato e i divani rivestiti in lana. Una scuola che celebra e insegna agli studenti la sostenibilità ambientale non solo tramite l’impianto fotovoltaico: l’edificio è isolato termicamente ed è dotato di un impianto di raccolta e riutilizzo dell’acqua piovana. Vengono inoltre riciclati carta e cartone e riutilizzati gli scarti organici. Una vera scuola modello!

Photo credit: Twitter.com