Oscar green di Coldiretti alle eccellenze della sostenibilità. I vincitori

Cuscino di grano curativo, jeans invecchiati sotto la paglia, sale spray e vernice al pomodoro. Al “Salone della creatività Made in Italy”, Coldiretti ha assegnato gli Oscar della sostenibilità

 

Una vernice ecologica nella quale estratto di pomodoro sostituisce le sostanze chimiche e tossiche, jeans invecchiati sotto la paglia, un cuscino di grano in grado di curare piccoli malesseri e un sale spray a basso contenuto di sodio. Al “Salone della creatività Made in Italy” organizzato da Coldiretti a Roma erano presenti le migliori innovazioni italiane nel settore della sostenibilità. Nell’ambito della manifestazione, l’Associazione ha assegnato gli Oscar green, un riconoscimento allo spirito imprenditoriale dei giovani imprenditori agricoli.

--pubblicità--

Oscar green di Coldiretti alle eccellenze della sostenibilità. I vincitori

I vincitori degli Oscar green

Categoria Fare rete: Donato Mercadante, Puglia

Scarti aziendali come risorsa. Donato Mercadante ha avviato una collaborazione con il laboratorio Pecore Attive per realizzare oggetti a partire dagli scarti prodotti dalla sua azienda agricola. Dal lavoro sinergico delle due realtà sono nate pantofole, gomitoli colorati, porta vasetti e una montatura per occhiali da vista, elegante e trendy, presto disponbile in commercio in vari colori.

Categoria Crea: Stefano Chiesa, Lombardia

Chiesa ha ideato la prima vernice per imballaggi alimentari. La vernice viene realizzata utilizzando la cutina, estratta da bucce di pomodoro prodotto in azienda, trasformandolo in vernice per scatole metalliche destinate all’alimentazione, in sostituzione delle vernici sintetiche. Questa particolare bioresina consente di verniciare in maniera sicura anche i contenitori destinati agli alimenti.

Categoria We green: Vito Pagnotta, Campania 

Vito Pagnotta ha ideato il primo jeans invecchiato con la paglia. Un capo realizzato in Irpinia, che non richiede il ricorso a bagni con prodotti chimici che presentano una potenziale tossicità, ma che ottiene il suo colore stando a riposare in mezzo alla paglia e attraverso un continuo sfregamento. Un processo che consente di ottenere un jeans mai uguale agli altri, e che si modella addosso, personalizzandosi.

Categoria Campagna Amica: Davide Busca, Liguria 

Un gruppo di amici di Savona ha inaugurato il primo take away marino salvaspreco. la pesca è tra le principali attività della città. Spesso una parte del pescato considerato a basso mercato o di scarto, viene gettato via. I giovani hanno deciso di recuperarlo e di trasformarlo in sfiziosi piatti ispirati alla tradizione della cucina ligure, come hamburger di pesce, bottarga e insaccati di pesce. Si cucina in barca e si mangia sulla banchina. Fantasia e creatività insieme al desiderio di divertirsi in mare.

Categoria Agri you: Fabiana Fassi, Puglia

Dopo il sempre più diffuso co-working, in Puglia si sperimenta ora il co-living contadino, ossia la coabitazione di diversi gruppi sociali provenienti da più parti del mondo nella stessa comunità. grazie all’integrazione delle conoscenze, l’azienda oggi produce zafferano, sta recuperando una vecchia varietà di albicocca locale, produce tisane di canapa e altre erbe officinali. Nata come comunità di recupero per tossicodipendenti, la struttura era poi stata abbandonata, per rinascere ora come vero e proprio laboratorio rurale multietnico.

Categoria impresa 2.terra: Emanuele Grima, Abruzzo 

Emanuele Grima ha inventato il primo sale spray aromatizzato, che, attraverso un processo di estrazione di vegetali, consente di salare e aromatizzare i piatti in modo pratico. Il tutto con un minor contenuto di sodio rispetto ai comuni sali in grani. Un prodotto che può durare per anni, grazie al particolare legame tra le molecole di sale e il distillato di rosmarino. Il sale spray è prodotto al profumo di pepe, rosmarino o della spezia con cui si preferisce condire, ma con il 70% di sale in meno.

Photo Credits: Coldiretti